Strategia FtseMib future

Data: 21/09/18 06:50:00 Type: CHF

E’ stata una seduta positiva per il mercato azionario italiano che, sostenuto dal recupero del comparto bancario, ha compiuto un nuovo balzo in avanti ed è salito sui massimi delle ultime settimane. Il Ftse Mib future scadenza dicembre 2018 (che da questa mattina diventa il future di riferimento e quota 130 punti in meno rispetto all’indice Ftse Mib) ha infatti compiuto un nuovo allungo e si è portato a ridosso di quota 21.350. La struttura tecnica di breve periodo rimane comunque costruttiva, con diversi indicatori che registrano un rafforzamento della pressione rialzista. Prima di poter tentare un nuovo balzo avanti (che avrà un primo target in area 21.430-21.450) è comunque probabile una fase laterale di consolidamento. Soltanto il ritorno sotto 20.900 potrebbe fornire un segnale di debolezza e innescare una correzione di una certa consistenza. Strategia operativa intraday. Long su correzione verso 21.040 con target a 21.140-21.150 prima, a 21.220 poi e attorno a 21.290 successivamente. Stop a 20.920. (riproduzione riservata)

(MFIU – Milano Finanza Intelligence Unit)


Strategia Dax future

Data: 21/09/18 07:45:00 Type: MFANAHP|SPA

Nella seduta di giovedì il Dax future (scadenza settembre 2018) ha compiuto un veloce recupero e si è portato a ridosso di quota 12.350 punti. La struttura tecnica di breve termine sta quindi migliorando, con diversi indicatori che registrano un rafforzamento della pressione rialzista. Prima di un ulteriore allungo (che dovrà affrontare una prima resistenza a ridosso di quota 12.400 e una seconda barriera in area 12.430-12.435 punti) è comunque probabile una fase laterale di consolidamento. Solo il ritorno sotto i 12.000 punti potrebbe annullare i recenti progressi e provocare una nuova inversione ribassista di tendenza.

Anche l’Eurostoxx50 future (scadenza settembre 2018) ha compiuto un nuovo balzo in avanti ed è salito fino a quota 3.391 punti. Il quadro tecnico di breve periodo sta quindi migliorando: un nuovo allungo dovrà tuttavia affrontare un duro ostacolo in area 3.398-3.400. Il ritorno sopra quest’ultimo livello potrebbe tuttavia alimentare un ulteriore recupero verso la successiva barriera grafica posta a 3.420 punti. (riproduzione riservata)

Gianluca Defendi

(MFIU – Milano Finanza Intelligence Unit)


Strategia Euro/dollaro

Data: 21/09/18 08:05:00 Type: NANSC|MFTGED

Nella giornata di giovedì il cambio euro/dollaro (EUR/USD) ha strappato al rialzo e, dopo aver superato la barriera posta in area 1,1740-1,1760, si è portato a ridosso di quota 1,1785. La situazione tecnica di breve periodo è migliorata: dopo una breve pausa di consolidamento è possibile pertanto un nuovo allungo con target a 1,18-1,1805 prima e attorno a 1,1830 successivamente. Pericolosa un discesa sotto 1,1650 anche se da, un punto di vista grafico, soltanto la rottura del sostegno posto in area 1,1530-1,1525 potrebbe provocare un’inversione ribassista di tendenza. (Gianluca Defendi)

(MFIU – Milano Finanza Intelligence Unit)