Analisi di Mercato

Strategia 20/09/2019

Strategia FtseMib future

Data: 20/09/19 06:15:00 Type: CHF

E’ stata una giornata positiva sul mercato azionario italiano che ha compiuto un nuovo recupero e si è portato a ridosso di una solida area di resistenza. Il Ftse Mib future (scadenza settembre 2019, che da oggi passa il testimone al future con scadenza dicembre e che quota circa 120 punti in meno rispetto all’indice Ftse Mib) ha infatti compiuto un veloce balzo in avanti ed è salito fino a quota 22.140 punti. Il trend di breve termine rimane positivo ma, prima di poter tentare un nuovo allungo, è necessaria una fase riaccumulativa. Una nuova dimostrazione di forza arriverà con il ritorno sopra 22.150 anche se, da un punto di vista grafico, solo il breakout di 22.230 potrebbe fornire un chiaro segnale rialzista e aprire ulteriori spazi di crescita. Pericoloso invece il cedimento di quota 21.780 in quanto può innescare una rapida correzione che avrà un primo target a 21.700-21.690, un secondo obiettivo in area 21.550-21.530 e un terzo target a ridosso dei 21.300 punti. Strategia operativa intraday (future scadenza settembre). Long a 22.030-22.020 con target a 22.120-22.130 prima, a quota 22.220 poi e attorno a 22.300-22.310 successivamente. Stop a 21.930. (riproduzione riservata)

(MFIU – Milano Finanza Intelligence Unit)


Strategia Euro/dollaro

Data: 20/09/19 06:50:00 Type: NANSC|MFTGED

Nella giornata di giovedì il cambio Euro/Dollaro (EUR/USD) ha compiuto un veloce recupero e si è portato a ridosso di quota 1,1075. Nonostante questo rimbalzo la struttura tecnica rimane precaria: importante quindi la tenuta del sostegno posto in area 1,10-1,0990 in quanto può favorire una pausa di consolidamento. Pericolosa una discesa sotto questa zona in quanto può riportare le quotazioni in area 1,0930-1,0925 (minimi delle ultime settimane). Soltanto la rottura di questa zona potrebbe fornire un nuovo segnale ribassista. Un segnale di forza arriverà invece con il ritorno sopra 1,1120: un allungo può spingere il cambio in area 1,1160-1,1165 prima e verso 1,12 in un secondo momento. (Gianluca Defendi)

(MFIU – Milano Finanza Intelligence Unit)