Analisi di Mercato

Strategia 14/01/2020

Strategia FtseMib future

Data: 14/01/20 07:00:00 Type: CHF

E’ stata una giornata contrastata sul mercato azionario italiano che è stato respinto da una solida area di resistenza e ha accusato una veloce correzione intraday. Il Ftse Mib future (scadenza marzo 2020) si è infatti indebolito ed è sceso sotto i 23.750 punti. La struttura tecnica di breve termine rimane ancora contrastata: prima di poter effettuare un ulteriore spunto rialzista è pertanto probabile una breve pausa di consolidamento. Da un punto di vista grafico, infatti, solo il breakout di quota 24.020 potrebbe fornire un nuovo segnale long di tipo direzionale e aprire ulteriori spazi di crescita. Pericolosa solo una discesa sotto 23.400 in quanto può innescare una rapida flessione, con un primo target in area 23.250-23.240 e un secondo obiettivo a quota 23.160-23.150 punti. Strategia operativa intraday (future scadenza marzo). Short su rimbalzo verso 23.940 con target a 23.880-23.870 prima, a quota 23.780 poi e in areaa 23.670-23.660 successivamente. Stop a 24.020. (riproduzione riservata)

(MFIU – Milano Finanza Intelligence Unit)


Strategia Euro/dollaro

Data: 14/01/20 07:30:00 Type: NANSC|MFTGED

Nella giornata di lunedì il cambio Euro/Dollaro (EUR/USD) ha compiuto un veloce recupero e si è portato a ridosso di quota 1,1150. Nonostante questo rimbalzo la struttura tecnica di breve periodo rimane ancora contrastata: positivo il ritorno sopra i 1,12 anche se, da un punto di vista grafico, soltanto il breakout della resistenza situata in area 1,1230-1,1240 potrebbe fornire un nuovo segnale rialzista di tipo direzionale. Importante invece la tenuta del sostegno posto in area 1,1090-1,1085 in quanto può favorire una fase riaccumulativa. Negativo invece il ritorno sotto 1,1060 anche se un segnale ribassista arriverà soltanto con la rottura del sostegno posto a 1,0980. (Gianluca Defendi)

(MFIU – Milano Finanza Intelligence Unit)


Strategia Dax future

Data: 14/01/20 07:45:00 Type: MFANAHP|SPA

Nella seduta di lunedì il Dax future (scadenza marzo 2020) ha subito una veloce correzione ed è sceso verso i 13.400 punti. La situazione tecnica rimane costruttiva anche se, da un punto di vista grafico, solo il breakout di quota 13.550 potrebbe fornire un nuovo segnale long e aprire ulteriori spazi di crescita. Pericolosa una discesa sotto 13.385 anche se è difficile per adesso ipotizzare un’inversione ribassista di tendenza. Un’eventuale correzione troverà infatti un valido sostegno in area 13.080-13.065.

Anche l’Eurostoxx50 future (scadenza marzo 2020) ha subito una veloce correzione ed è sceso in area 3.760-3.756 punti. Il quadro tecnico appare contrastato: solo il breakout di quota 3.800 potrebbe fornire un nuovo segnale rialzista di tipo direzionale. Un’ulteriore correzione troverà un valido sostegno a ridosso di quota 3.720. Soltanto una discesa sotto i 3.700 punti potrebbe annullare i recenti progressi e provocare un’inversione ribassista di tendenza. (riproduzione riservata)

Gianluca Defendi

(MFIU – Milano Finanza Intelligence Unit)


Strategia Euro/Yen

Data: 14/01/20 08:00:00 Type: NANSC

Nella giornata di lunedì il cambio Euro/Yen (EUR/JPY) ha compiuto un veloce recupero ed è salito fino a quota 122,40. La struttura tecnica di breve termine sta quindi migliorando: il breakout della resistenza posta in area 122,50-122,65 fornirà un nuovo segnale rialzista di tipo direzionale, con un primo target a 122,90 e un secondo obiettivo a quota 123,20-123,25. Importante comunque la tenuta del sostegno posto a quota 120 in quanto può favorire la costruzione di una solida base accumulativa. (riproduzione riservata)

Gianluca Defendi

 

(MFIU – Milano Finanza Intelligence Unit)


Strategia FtseMib future intraday

Data: 14/01/20 10:15:00 Type: CHF

Mattinata contrastata sul mercato azionario italiano che accusa una veloce correzione, innescata dal mancato superamento di una solida area di resistenza.  Il Ftse Mib future (scadenza marzo 2020) si è infatti indebolito ed è sceso verso i 23.600 punti. Il quadro tecnico rimane ancora contrastato: da un punto di vista grafico, infatti, solo il breakout di quota 24.020 potrebbe fornire un nuovo segnale long di tipo direzionale e aprire ulteriori spazi di crescita. Un’ulteriore flessione può spingere i prezzi verso il sostegno posto a 23.400 punti. Pericoloso poi il cedimento di quest’ultimo livello in quanto può innescare una rapida flessione, con un primo target in area 23.250-23.240 e un secondo obiettivo a quota 23.160-23.150 punti. Strategie operative intraday. Tra i titoli proposti in tabella è scattato solo il segnale long su A2a, che ha raggiunto il primo target rialzista. (riproduzione riservata)

(MFIU – Milano Finanza Intelligence Unit)