Strategia Ftse Mib future

Data: 12/08/19 08:00:00 Type: CHF

Chiusura di settimana pesante per il Ftse Mib future, che ha ulteriormente aggravato una dinamica di breve in rapido deterioramento: il timido rimbalzo di giovedì era già stato messo in discussione nelle battute finali della stessa giornata e nella sessione successiva l’apertura in gap down ha di fatto sancito l’avvio di una nuova battuta d’arresto. Il quadro tecnico è chiaramente sotto pressione e l’ulteriore cedimento di 20.300-20.280 punti finirà per imporre una rapida estensione della discesa verso un target naturale posto in corrispondenza della soglia psicologica a quota 20.000. Al rialzo, sarà invece solo un difficile recupero dell’area 20.850-20.900 a fornire un primo possibile spunto di ripresa, in grado di allentare l’attuale pressione ribassista.

Strategia operativa intraday. Short sul cedimento di 20.280 con un primo target a 20.200, un secondo attorno a 20.120-20.100 e un terzo proprio a ridosso di quota 20.000. Stop loss a 20.400 punti. Short anche in caso di rimbalzo verso 20.500-20.510 punti, con stop loss a quota 20.620. (riproduzione riservata)

(MFIU – Milano Finanza Intelligence Unit)


Data: 12/08/19 08:37:00 Type: NANSC

Tecnicamente si continua a registrare una fase di stallo per il cambio euro-dollaro, con una volatilità in netta diminuzione nonostante lo strappo della scorsa ottava. I principali modelli algoritmici segnalano assenza di componente direzionale, il che rende particolarmente difficile impostare strategie di trading. I livelli tecnici da monitorare si collocano attualmente a 1,1290-1,13 dollari per la parte alta, oltre cui si potrebbe tentare un long puntando ad un rafforzamento dell’euro sino a 1,1340 dollari sul brevissimo. Al contrario sui supporti si potrebbe tentare uno short al cedimento di 1,1170 dollari, anche qui non margini molto stretti come target, ovvero 1,1120 dollari. (riproduzione riservata)

(MFIU – Milano Finanza Intelligence Unit)


Data: 12/08/19 08:45:00 Type: NANSC

La gran volata dello yen giapponese rispetto all’euro sembra non arrestarsi, e tecnicamente ci possono essere spazi per nuove accelerazioni al ribasso. L’Rsi 14 si sta portando in ipervenduto sia su base giornaliera che settimanale, lasciando comprendere la forza del trend ma anche la rischiosità nell’entrare dopo una accelerazione così intensa. Segnale di inversione rialzista solo in caso di superamento di 120 yen, con target 120,8 yen, mentre sui supporti si può tentare un rischioso short al cedimento di 117,70 yen, obiettivo di medio termine 116,50 yen. (riproduzione riservata)

(MFIU – Milano Finanza Intelligence Unit)