Strategia Dax future

Data: 11/01/18 07:45:00 Type: MFANAHP|SPA

Nella seduta di mercoledì il Dax future (scadenza marzo 2018) ha subito una veloce correzione, con le quotazioni che sono scese fino a quota 13.220. La situazione tecnica rimane costruttiva (diversi indicatori registrano infatti un rafforzamento della pressione rialzista) ma, prima di poter effettuare un ulteriore allungo (che avrà un primo target a quota 13.450 e un secondo obiettivo attorno a 13.475 punti) è probabile una fase laterale di consolidamento al di sopra del sostegno situato in area 13.200-13.190 punti.

Anche l’Eurostoxx50 future (scadenza marzo 2018) ha subito una veloce correzione ed è sceso fino a quota 3.586 punti. Il quadro tecnico appare costruttivo ma, prima di poter tentare un ulteriore allungo (che avrà una prima proiezione teorica a ridosso di quota 3.650), è probabile una pausa di consolidamento al di sopra del sostegno posto a 3.570 punti. (riproduzione riservata)

Gianluca Defendi

(MFIU – Milano Finanza Intelligence Unit)


Strategia Dollaro/Yen

Data: 11/01/18 08:00:00 Type: NANSC

Nella giornata di mercoledì il cambio dollaro/yen ha subito una brusca correzione ed è sceso fino a quota 111,30. La situazione tecnica si è indebolita e solo il forte ipervenduto di brevissimo termine può impedire un ulteriore cedimento (che avrà un primo target in area 111-110,90). Prima di poter iniziare una risalita di una certa consistenza sarà comunque necessaria un’adeguata fase laterale di riaccumulazione. Solo il ritorno sopra 113,40 potrebbe infatti provocare un’inversione rialzista di tendenza. (riproduzione riservata)
Gianluca Defendi

(MFIU – Milano Finanza Intelligence Unit)


Strategia Ftse Mib future

Data: 11/01/18 08:30:00 Type: CHF

È stata una seduta positiva sul mercato azionario italiano che, sostenuto dal recupero del comparto bancario, ha compiuto un nuovo allungo e si è spinto sui massimi delle ultime settimane. Il Ftse Mib future (scadenza marzo 2018), dopo un’apertura a quota 22.890, ha effettuato un veloce balzo in avanti ed è salito a 23.000 prima e fino ad un picco di 23.100 punti in un secondo momento. La situazione tecnica è migliorata (diversi indicatori registrano infatti un rafforzamento della pressione rialzista) anche se il forte ipercomprato di brevissimo termine può impedire un’ulteriore risalita e innescare una fisiologica pausa d consolidamento. Un segnale di debolezza arriverà con il ritorno sotto 22.870. Un’eventuale correzione troverà comunque un primo sostegno in area 22.770-22.750 e un secondo supporto a quota 22.650-22.630. Strategia operativa intraday. Short su allungo verso 23.230 con target a 23.140-23.130 prima, a 23.040 poi e in area 22.950-22.940 successivamente. Stop a 23.310. (riproduzione riservata)

(MFIU – Milano Finanza Intelligence Unit)