Strategia Dax Future

Data: 10/07/17 07:45:00 Type: SPA

Nella seduta d venerdì, il future sul Dax, è riuscito a recuperare parte delle perdite che il derivato tedesco aveva registrato il 6 luglio scorso andando a chiudere la settimana a 12415 punti. Tale livello rappresenta il ri-test dell’ex supporto, ora diventato resistenza, infranto al ribasso proprio nella seduta del 6 luglio. Tecnicamente, il mercato potrebbe subire oggi una fase nuova fase discendente perché una volta rotto un supporto con il raggiungimento di un nuovo minimo, il movimento viene ritracciato per poi tornare a scendere. Se questo fosse il caso, il future del Dax avrebbe come primo obiettivo short area 12380 punti per poi eventualmente estendere la propria discesa fino al supporto dinamico partito con il minimo del 6 luglio e venutosi a creare con l’unione dell’altro minimo del 7 luglio. L’incrocio con questo pavimento si potrebbe avere intorno ai 12360 punti. Se il future tedesco dovesse invece riuscire a strappare a rialzo ed attestarsi fin dai primi scambi di giornata sopra 12420 punti lancerebbe un segnale rialzista che avrebbe come obiettivo la chiusura della giornata del 5 luglio a 12480 punti.

(MFIU – Milano Finanza Intelligence Unit)


Strategia Ftse Mib future

Data: 10/07/17 08:15:00 Type: CHF

 

Anche l’ultima seduta settimanale ha visto il Ftse Mib future proseguire la fase di consolidamento delle giornate precedenti, senza fornire particolari spunti direzionali e rivelando anche una volatilità intraday in netta contrazione: il range di oscillazione si è infatti ulteriormente ristretto rispetto alla media dell’ultimo periodo. Dopo un’ambiziosa apertura oltre la soglia psicologica dei 21.000 punti, il derivato ha corretto verso il supporto di breve a quota 20.860, al di sopra del quale ha poi consolidato per tutta la mattinata: nella seconda parte della giornata il future ha quindi trovato un interessante spazio di recupero, che ha rilanciato le quotazioni verso i 21.000 punti e anche oltre, se si considera anche la sessione serale. Rimane però inviolata la resistenza chiave a quota 21.100-21.120, che delimita superiormente il range di oscillazione delle ultime settimane e che per il momento sembra frenare ogni tentativo di breakout rialzista. Strategia operativa intraday. Possibile un ingresso long sul breakout di 21.025 punti, con un primo target a 21.120 e un secondo verso 21.250. Long anche su eventuale pullback verso 20.860. (riproduzione riservata)

(MFIU – Milano Finanza Intelligence Unit)