Strategia Euro/Yen

Data: 07/03/18 06:15:00 Type: NANSC

Nella giornata di martedì il cambio euro/yen (EUR/YEN) ha compiuto un veloce recupero ed è risalito fino a quota 132. Nonostante questo rimbalzo la struttura tecnica rimane ancora precaria: il forte ipervenduto di breve termine può comunque favorire la costruzione di una base accumulativa al di sopra del sostegno situato in area 130,60-130,50. Un ulteriore recupero dovrà comunque affrontare un primo ostacolo a quota 132,20-132,25. Da un punto di vista grafico, tuttavia, soltanto una discesa sotto 129,60 potrebbe fornire un nuovo segnale ribassista. (riproduzione riservata)
Gianluca Defendi

(MFIU – Milano Finanza Intelligence Unit)


Strategia Dollaro/Yen

Data: 07/03/18 06:20:00 Type: NANSC

Nella giornata di martedì il cambio dollaro/yen (USD/YEN) ha provato un recupero ma è rimasto al di sotto di 160,50. La tendenza di breve termine rimane pertanto negativa anche se il forte ipervenduto può impedire un ulteriore cedimento e favorire una fase laterale di consolidamento al di sopra del sostegno situato in area 105,35-105,25. Da un punto di vista grafico, infatti, soltanto il superamento di quota 107,80 potrebbe fornire una prima dimostrazione di forza (e innescare un allungo verso 108,30 prima e attorno a 108,70 in un secondo momento). (riproduzione riservata)
Gianluca Defendi

(MFIU – Milano Finanza Intelligence Unit)


Strategia Euro/dollaro

Data: 07/03/18 07:00:00 Type: NANSC|MFTGED

Nella giornata di martedì il cambio euro/dollaro (EUR/USD) ha compiuto un veloce balzo in avanti, innescato dal superamento della barriera posta a 1,2360, ed è salito fino a 1,2410-1,2415. Nonostante questo rimbalzo la situazione tecnica di breve termine rimane ancora contrasta: possibile tuttavia un ulteriore allungo, con un primo target attorno a 1,2460 e un secondo obiettivo a ridosso di 1,25. Prima di poter iniziare un nuovo movimento rialzista sarà comunque necessaria un’adeguata fase laterale di riaccumulazione. Soltanto una discesa sotto 1,2250 potrebbe fornire un segnale di debolezza. (Gianluca Defendi)

(MFIU – Milano Finanza Intelligence Unit)


Strategia Dax future

Data: 07/03/18 07:45:00 Type: MFANAHP|SPA

Nella seduta di martedì il Dax future (scadenza marzo 2018) ha tentato un recupero ma è stato respinto da quota 12.270. La situazione tecnica rimane pertanto precaria (i vari indicatori direzionali si trovano infatti in posizione short), anche se il forte ipervenduto di breve termine può impedire un ulteriore cedimento e favorire una fase laterale di consolidamento. Importante, sotto questo punto di vista, la tenuta del supporto situato in area 11.930-11.910 punti. Prima di poter iniziare una risalita di una certa consistenza sarà pertanto necessaria un’adeguata fase laterale di riaccumulazione.

L’Eurostoxx50 future (scadenza marzo 2018) ha tentato un allungo ma si è scontrato con quota 3.390. La situazione tecnica rimane pertanto precaria: solo il ritorno sopra i 3.400 punti potrebbe infatti fornire una prima dimostrazione di forza. Da un punto di vista grafico, tuttavia, un nuovo segnale ribassista arriverà soltanto con una discesa sotto 3.290. (riproduzione riservata)

Gianluca Defendi

(MFIU – Milano Finanza Intelligence Unit)


Strategia Ftse Mib future

Data: 07/03/18 08:30:00 Type: CHF

È stata una giornata positiva sul mercato azionario italiano che, sostenuto dal recupero del comparto bancario, ha compiuto un veloce rimbalzo tecnico e si dirige verso un’importante area di resistenza. Il Ftse Mib future (scadenza marzo 2018), dopo un’apertura a quota 21.945, ha iniziato una veloce risalita con i prezzi che sono saliti in area 22.050-22.060 prima, a quota 22.130 poi e attorno a 22.250 successivamente. Nonostante queste recupero la situazione tecnica rimane ancora precaria: da un punto di vista grafico, infatti, soltanto il ritorno sopra 22.580 potrebbe fornire un segnale di tenuta. Prima di poter iniziare una risalita di una certa consistenza sarà pertanto necessaria un’adeguata fase laterale di riaccumulazione al di sopra del sostegno posto a 21.550 punti. Strategia operativa intraday. Short a 22.180 con target a 22.080 prima, a quota 22.010-22.000 e in area 21.920-21.900 successivamente. Stop a 22.280. (riproduzione riservata)

(MFIU – Milano Finanza Intelligence Unit)


Data: 07/03/18 08:45:00 Type: CHF

Il cambio euro/usd potrebbe superare quota 1,25 qualora ci fossero cambiamenti nella forward guidance della Banca centrale europea in occasione della riunione di domani dell’Istituto di Francoforte. Lo affermano gli analisti di Ing, sottolineando di considerare questo come lo scenario base. Secondo gli esperti, lo stesso risultato potrebbe verificarsi anche nel caso in cui i funzionari della Bce non si esprimessero a favore di un contenimento della forza della valuta comunitaria oppure se le previsioni sulla crescita economica dell’Eurozona fossero riviste al rialzo. 

Nel frattempo gli investitori sono tornati a comprare yen, considerata una valuta rifugio, dopo che Gary Cohn, il principale consigliere economico di Donald Trump, si è dimesso, fa notare Takahiro Sekido, Japan strategist di Bank of Tokyo-Mitsubishi UFJ.

Infine in Asia la Banca centrale cinese ha rafforzato lo yuan nei confronti del dollaro per la seconda seduta consecutiva, stavolta dello 0,15%. Nel dettaglio la PBoC ha fissato il cambio tra il biglietto verde e la valuta di Pechino a 6,3294 rispetto a quota 6,3386 di ieri. (riproduzione riservata)

MF Dow Jones

(MFIU – Milano Finanza Intelligence Unit)