Strategia Euro/Yen

Data: 06/11/17 06:05:00 Type: NANSC

Nella giornata di venerdì il cambio euro/yen ha subito una rapida correzione ed è sceso verso 132,30. La situazione tecnica di breve periodo rimane ancora contrastata: prima di poter iniziare una risalita di una certa consistenza sarà pertanto necessaria un’adeguata fase laterale di riaccumulazione. Da un punto di vista grafico, infatti solo una discesa sotto 131,45 potrebbe fornire un segnale ribassista e innescare una rapida flessione verso 131,10-131,05 prima e attorno a 132,75-132,70 successivamente. Un recupero dovrà invece affrontare un primo ostacolo a ridosso di 133,50. (riproduzione riservata)
Gianluca Defendi

(MFIU – Milano Finanza Intelligence Unit)


Strategia Dollaro/Yen

Data: 06/11/17 06:15:00 Type: NANSC

Nella giornata di venerdì il cambio dollaro/yen ha compiuto un veloce balzo in avanti e si è portato ridosso della barriera posta in area 114,45-144,50. La situazione tecnica rimane è migliorata: da un punto di vista grafico, tuttavia, un nuovo segnale rialzista arriverà soltanto con il breakout di 114,50, con un primo target a 114,90 e un secondo obiettivo in area 115,20-115,25. Pericolosa invece una discesa sotto 112,90 in quanto può innescare una rapida correzione verso 112,60-112,55 prima e attorno a 112,35-112,30 in un secondo momento. Soltanto la rottura del supporto statico posto in area 111,65-111,50 potrebbe provocare un’inversione ribassista di tendenza.  (riproduzione riservata)
Gianluca Defendi

(MFIU – Milano Finanza Intelligence Unit)


Strategia Euro/dollaro

Data: 06/11/17 06:30:00 Type: NANSC|MFTGED

Nella giornata di venerdì il cambio euro/dollaro ha subito una rapida correzione e si è portato a ridosso del sostegno posto a quota 1,16. La struttura tecnica rimane pertanto precaria, con i vari indicatori direzionali che si trovano ancora in posizione short. La rottura di 1,16 fornirà pertanto un nuovo segnale ribassista con target teorici a 1,1575 prima, in area 1,1550-1,1545 poi e attorno a 1,1525-1,1520 successivamente. Un primo segnale di tenuta arriverà solo con il ritorno sopra 1,17. Un rimbalzo dovrà comunque affrontare un duro ostacolo in area 1,1735-1,1750. Prima di poter iniziare un movimento rialzista di una certa consistenza sarà pertanto necessaria un’adeguata fase laterale di riaccumulazione. (Gianluca Defendi)

(MFIU – Milano Finanza Intelligence Unit)