Strategia FtseMib future

Data: 03/11/17 07:00:00 Type: CHF

E’ stata una giornata contrastata sul mercato azionario italiano che è salito sui nuovi massimi dell’anno prima di accusare una rapida correzione intraday. Il Ftse Mib future (scadenza dicembre 2017), dopo un’apertura a quota 22.960, ha infatti compiuto un veloce balzo in avanti e si è spinto fino ad un picco di 23.090 punti. Da quest’ultimo livello è poi iniziata una correzione tecnica che ha riportato i prezzi a ridosso di 22.900. La struttura tecnica di breve termine rimane costruttiva (i vari indicatori direzionali si trovano ancora in posizione long) ma, prima di poter tentare un ulteriore allungo, sarà necessaria una pausa di consolidamento al di sopra dell’area 22.750-22.730. Pericolosa invece una discesa sotto 22.660 in quanto potrebbe innescare un’ulteriore flessione verso il sostegno situato in area 22.470-22.450 punti. Strategia operativa intraday. Long su correzione verso 22.740 con target a 22.830-22.840 prima, a quota 22.900 poi e in area 22.960-22.980 successivamente. Stop a 22.660. (riproduzione riservata)

(MFIU – Milano Finanza Intelligence Unit)


Strategia Dax future

Data: 03/11/17 07:45:00 Type: MFANAHP|SPA

Nella seduta di giovedì il Dax future (scadenza settembre 2017) è sceso verso 13.400 prima di risalire in area 13.460-13.465 punti. Il quadro tecnico rimane pertanto costruttivo e solo il forte ipercomprato di breve termine può impedire il superamento di quota 13.500. Un’eventuale correzione/pullback troverà invece un primo sostegno in area 13.250-13.235 punti e un secondo supporto a quota 13.050-13.040. Da un punto di vista grafico, tuttavia, soltanto una discesa sotto 12.900 potrebbe provocare un’inversione ribassista di tendenza.

L’Eurostoxx50 future (scadenza settembre 2017) è sceso in area 3.670-3.667 punti per poi risalire verso 3.690. La struttura tecnica di breve termine rimane pertanto costruttiva: dopo una breve pausa di assestamento è possibile un nuovo allungo, con un primo target a quota 3.715 e un secondo obiettivo a 3.723-3.725 punti. Difficile per adesso ipotizzare un’inversione ribassista di tendenza. (riproduzione riservata)

Gianluca Defendi

(MFIU – Milano Finanza Intelligence Unit)


Strategia Dollaro/Yen

Data: 03/11/17 08:50:00 Type: NANSC

Nella giornata di giovedì il cambio dollaro/yen è sceso verso 113,55 prima di risalire fino a 114,10. La situazione tecnica rimane ancora contrastata: da un punto di vista grafico, infatti, un nuovo segnale rialzista arriverà soltanto con il breakout di 114,50, con un primo target a 114,90 e un secondo obiettivo in area 115,20-115,25. Pericolosa invece una discesa sotto 112,90 in quanto può innescare una rapida correzione verso 112,60-112,55 prima e attorno a 112,35-112,30 in un secondo momento. Soltanto la rottura del supporto statico posto in area 111,65-111,50 potrebbe provocare un’inversione ribassista di tendenza.  (riproduzione riservata)
Gianluca Defendi

(MFIU – Milano Finanza Intelligence Unit)