Strategia Dollaro/Yen

Data: 03/04/18 06:15:00 Type: NANSC

Nella giornata di lunedì il cambio dollaro/yen (USD/YEN) ha subito una veloce correzione, con le quotazioni che sono scese in area 105,70-105,66. La situazione tecnica di breve termine rimane ancora contrastata: positivo infatti il ritorno sopra quota 107 anche se, da un punto di vista grafico, sarà soltanto il superamento della resistenza posta in area 107,70-107,80 a provocare un’inversione rialzista di tendenza. Un segnale ribassista, invece, arriverà solo con il cedimento di quota 104,60, con un primo target a 104,30 e un secondo obiettivo in area 104,05-104. (riproduzione riservata)
Gianluca Defendi

(MFIU – Milano Finanza Intelligence Unit)


Strategia Euro/Yen

Data: 03/04/18 06:30:00 Type: NANSC

Nella giornata di lunedì il cambio euro/yen (EUR/YEN) ha subito una rapida correzione, con le quotazioni che sono scese fino a quota 130. La struttura tecnica di breve termine rimane ancora precaria: da un punto di vista grafico, tuttavia, un nuovo segnale ribassista arriverà soltanto con il cedimento del sostegno statico posto a quota 129. Un rimbalzo dovrà invece affrontare un duro ostacolo a ridosso di 132,50. Solo il ritorno sopra quest’ultimo livello potrebbe fornire una prima dimostrazione di forza. (riproduzione riservata)
Gianluca Defendi

(MFIU – Milano Finanza Intelligence Unit)


Strategia Dax future

Data: 03/04/18 07:45:00 Type: MFANAHP|SPA

Nella seduta di giovedì il Dax future (scadenza giugno 2018) ha compiuto un veloce recupero ed è risalito fino a quota 12.167 punti. Nonostante questo rimbalzo la struttura tecnica di breve termine rimane ancora contrastata: un ulteriore recupero dovrà affrontare un primo ostacolo in area 12.210-12.215 e una seconda barriera a quota 12.260-12.265 punti. Prima di poter iniziare una risalita di una certa consistenza sarà pertanto necessaria un’adeguata fase laterale di riaccumulazione. Un’eventuale correzione troverà un primo sostegno a quota 11.980 e un secondo supporto in area 11.930-11.915 punti.

Anche l’Eurostoxx50 future (scadenza giugno 2018) ha compiuto un veloce recupero ed è risalito fino a quota 3.295. Nonostante questo recupero la situazione tecnica rimane ancora contrastata: un nuovo allungo dovrà infatti affrontare un duro ostacolo in area 3.328-3.335 punti. Prima di ulteriore balzo in avanti sarà necessaria una fase riaccumulativa al di sopra del sostegno situato a ridosso di quota 3.240. (riproduzione riservata)

Gianluca Defendi

(MFIU – Milano Finanza Intelligence Unit)


Strategia Euro/dollaro

Data: 03/04/18 08:00:00 Type: NANSC|MFTGED

Nella giornata di lunedì il cambio euro/dollaro (EUR/USD) è stato respinto da quota 1,2345 e ha subito una veloce correzione, con le quotazioni che sono scese in area 1,2285-1,2283. La struttura grafica di breve termine rimane pertanto contrastata: importante la tenuta del sostegno situato in area 1,2250-1,2240 in quanto può favorire una fase riaccumulativa. Pericolosa una discesa sotto 1,2240 in quanto può innescare un’ulteriore flessione verso il sostegno situato a ridosso di quota 1,22. Da un punto di vista grafico, tuttavia, soltanto il cedimento di quota 1,2150 potrebbe provocare un’inversione ribassista di tendenza. (Gianluca Defendi)

(MFIU – Milano Finanza Intelligence Unit)


Strategia Ftse Mib future

Data: 03/04/18 08:30:00 Type: CHF

È stata una giornata positiva sul mercato azionario italiano che ha compiuto un veloce rimbalzo tecnico e si è allontano dall’importante area di supporto testata nel corso delle ultime sedute. Il Ftse Mib future (scadenza giugno 2018), dopo un’apertura a 21.905, è sceso in area 21.860-21.840 prima di iniziare una rapida risalita che ha spinto i prezzi fino ad un picco intraday a 22.085 punti. Nonostante questo recupero la struttura tecnica di breve termine rimane ancora precaria: prima di poter iniziare una risalita di una certa consistenza sarà pertanto necessaria un’adeguata fase laterale di riaccumulazione. Importante quindi la tenuta dei supporti situati a 21.850 prima e in area 21.700-21.660 poi. Pericolosa invece una discesa sotto 21.650 anche se, da un punto di vista grafico, sarà soltanto la rottura del sostegno situato in area 21.450-21.430 a fornire un nuovo e pericoloso segnale ribassista. Un allungo dovrà affrontare un primo ostacolo attorno a 22.220 e una seconda barriera tra 22.320-22.360 punti. Da un punto di vista grafico, poi, soltanto il superamento di 22.380 potrebbe provocare un’inversione rialzista di tendenza. Strategia operativa intraday. Short su rimbalzo verso 22.220-22.240 con target a 22.120-22.100 prima, in area 22.000-21.980 poi e attorno a  21.880 successivamente. Stop a 21.370. (riproduzione riservata)

(MFIU – Milano Finanza Intelligence Unit)