Strategia FtseMib future

Data: 01/10/18 06:15:00 Type: CHF

E’ stata una seduta decisamente negativa sul mercato azionario italiano che ha subito una brusca flessione, alimentata dalla violenta ondata ribassista che si è abbattuta sul comparto bancario. Il Ftse Mib future (scadenza dicembre 2018), dopo un’apertura in gap-down a quota 20.990, è salito fino ad un picco intraday di 21.080 punti per poi subire una brusca ondata ribassista che ha spinto i prezzi fin sotto i 20.500 punti. La struttura tecnica di breve termine si è quindi indebolita: un’ulteriore flessione può spingere i prezzi in area 20.370-20.350 prima e attorno a 20.250 successivamente. Un rimbalzo dovrà affrontare un primo ostacolo a ridosso di 20.900 punti. Prima di poter iniziare una risalita di una certa consistenza sarà pertanto necessaria un’adeguata fase laterale di riaccumulazione. Strategia operativa intraday. a) Long a 20.550 con target a 20.650 prima, a 20.730 poi e attorno a 20.830-20.840 successivamente. Stop a 20.450. b) Short su rimbalzo verso 20.900 con target a 20.800 prima, a 20.730 poi e attorno a 21.620 successivamente. Stop a 21.020. (riproduzione riservata)

(MFIU – Milano Finanza Intelligence Unit)


Strategia Dollaro/Yen

Data: 01/10/18 06:50:00 Type: NANSC

Nella giornata di venerdì il cambio dollaro/yen (USD/YEN) ha compiuto un nuovo balzo in avanti e si è portato a ridosso di quota 113,65. La situazione tecnica rimane quindi positiva con i vari indicatori direzionali (Macd, Parabolic SaR, Vortex) che si trovano in posizione long e segnalano la presenza di un solido up-trend di breve termine. Possibile pertanto un nuovo allungo con target teorici a 113,85 prima e attorno a quota 114 in un secondo momento. Difficile per adesso ipotizzare un’inversione ribassista di tendenza. Solo una discesa sotto 112,40 potrebbe annullare i recenti progressi e innescare una correzione di una certa consistenza. (riproduzione riservata)

Gianluca Defendi

(MFIU – Milano Finanza Intelligence Unit)


Strategia Dax future

Data: 01/10/18 07:05:00 Type: MFANAHP|SPA

Nella seduta di venerdì il Dax future (scadenza dicembre 2018) ha subito una brusca flessione ed è sceso fino a quota 12.175 punti. La struttura tecnica di breve termine appare contrastata: da un punto di vista grafico, infatti, un nuovo segnale rialzista arriverà soltanto con il breakout della barriera posta a 12.450 punti. Un’ulteriore correzione dovrebbe invece arrestarsi a contatto con il sostegno situato in area 12.130-12.125 punti. Pericolosa poi una discesa sotto 12.050 anche se sarà soltanto una chiusura giornaliera inferiore ai 12.000 punti a fornire un segnale ribassista di tipo direzionale.

Anche l’Eurostoxx50 future (scadenza dicembre 2018) ha subito una brusca correzione ed è sceso fino a quota 3.465 punti. Il quadro tecnico di breve periodo appare contrastato: soltanto il breakout della resistenza posta in area 3.438-3.443 punti potrebbe fornire un nuovo segnale rialzista. Un’ulteriore correzione avrà invece un primo target a quota 3.357-3.355 e un secondo obiettivo individuabile nel sostegno situato in area 3.335-3.333 punti. (riproduzione riservata)

Gianluca Defendi

{mfgraph}

(MFIU – Milano Finanza Intelligence Unit)


Strategia Euro/dollaro

Data: 01/10/18 07:20:00 Type: NANSC|MFTGED

Nella giornata di venerdì il cambio euro/dollaro (EUR/USD) ha subito una rapida orrezione ed è sceso fino a quota 1,1570.  La situazione tecnica di breve periodo appare contrastata: importante quindi la tenuta del sostegno situato in area 1,1570-1,1565 in quanto può favorire una fase laterale di consolidamento. Da un punto di vista grafico, tuttavia, soltanto la rottura del sostegno posto in area 1,1530-1,1525 potrebbe tuttavia provocare un’inversione ribassista di tendenza. Un rimbalzo dovrà affrontare un primo ostacolo attorno a 1,1670-1,1675 e una seconda barriera in area 1,1720-1,1730. Solo il breakout di 1,18 potrebbe fornire un nuovo segnale rialzista. (Gianluca Defendi)

(MFIU – Milano Finanza Intelligence Unit)


Strategia Euro/Yen

Data: 01/10/18 07:50:00 Type: NANSC

Nella giornata di venerdì il cambio euro/yen (EUR/YEN) è sceso verso il sostegno posto in area 131,15-131,10 prima di iniziare un veloce recupero che ha riportato le quotazioni a ridosso di quota 132. La tendenza di breve termine rimane ancora positiva ma, da un punto di vista grafico, soltanto il breakout della barriera posta a 113,10-133,15 potrebbe fornire un nuovo segnale rialzista (con target teorici a 133,40 prima e attorno a 133,70 in un secondo momento). Pericolosa solo una discesa sotto 130,90 in quanto potrebbe estendere la flessione verso il successivo supporto grafico posto in area 130,30-130,20. Solo il ritorno sotto quota 130 potrebbe provocare un’inversione ribassista di tendenza. (riproduzione riservata)
Gianluca Defendi

(MFIU – Milano Finanza Intelligence Unit)