Analisi di Mercato

Analisi di mercato Saverio Berlinzani – 30/07/2020

Fed: tassi invariati

La Federal Reserve, nella decisione sui tassi presa ieri, lascia invariati i fed funds allo 0.25% e la politica monetaria, dopo aver di fatto esteso i programmi di prestiti fino alla fine del 2020. Nella sua conferenza stampa Jerome Powell ha affermato che tutto dipenderà di fatto dall’evoluzione della pandemia, sottolineando come l’economia e l’occupazione abbiano avuto un leggero miglioramento, specie nell’ultimo periodo, ma comunque sono e rimangono a livelli inferiori rispetto all’inizio dell’anno. Powell ha annunciato che il Pil del secondo trimestre segnerà un calo record, che potrebbe arrivare ad un -7% su base trimestrale, che annualizzato sarebbe circa intorno al -28 per cento, come ha previsto le Fed di Atlanta. Pertanto, il sostegno alle imprese e famiglie sarà continuativo. Powell è apparso ancora pessimista, sull’onda di quanto si era intravisto nella precedente riunione, anche se ha dichiarato che la spesa delle famiglie è stata sostenuta da un sostegno fiscale tempestivo. L’occupazione è comunque cresciuta in modo significativo a maggio e giugno mentre gli investimenti delle aziende ancora faticano ad evidenziare un recupero sostanziale. Il Presidente comunque ha assicurato piena e ampia liquidità per tutto il tempo necessario, mentre sul futuro non si è sbilanciato più di tanto parlando di incertezza straordinaria. La crisi sta colpendo soprattutto coloro che avevano stipendi medio bassi che, negli Usa, sono quelli fino a 40 mila dollari, con una disoccupazione che rasenta il 40% tra coloro che hanno perso il lavoro tra il mese di Aprile e quello di Maggio. Powell ha rimarcato le disuguaglianze crescenti nel paese da ormai 4 decenni. Per quanto riguarda l’inflazione, ha affermato che rimane sotto controllo in ragione di una bassa domanda interna e prezzi del petrolio inferiori alle attese, per cui anche se si mette in moto una politica ultra espansiva, non ci saranno probabilmente effetti sui prezzi. Il dollaro ha ceduto terreno sulla notizia ma è stato il classico sell on rumors and buy on news anche se il biglietto verde resta ampiamente sotto pressione nel medio e lungo termine. Nel breve, come detto anche ieri, possiamo attenderci qualche correzione che, però, almeno per ora, rappresenterà solo una ottima occasione di vendita.

 

Buona giornata e buon trading

 

Saverio Berlinzani