Analisi di Mercato

Analisi di mercato Saverio Berlinzani – 23/03/2021

NZDUSD IN DISCESA VERSO SUPPORTI CHIAVE

Poche novità sul fronte delle price action legate al mercato valutario. Il persistente trading range sui cambi originali continua a dominare la scena e, come andiamo ribadendo da tempo, non vi sono le condizioni per uno scostamento generale dei prezzi dai livelli dell’ultimo mese, in ragione del fatto che le due forze che in questo momento si confrontano, Qe da un lato, e un possibile futuro tapering dall’altro, si controbilanciano perfettamente. Le posizioni sul mercato paiono cristallizzate e si assiste di conseguenza a movimenti delle singole coppie di valute, dettate da notizie di breve termine che ne influenzano i prezzi. Ecco perché, continuiamo a vedere questo periodo come una fase in cui prevalgono le correlazioni specifiche legate ad una certa valuta, mentre la correlazione dollaro centrica, che solitamente domina la scena, in questo momento non pare dominante. E a muoversi, in queste ultime settimane, sembrano essere maggiormente i cross. A conferma di quanto diciamo, osserviamo la dinamica del movimento delle ultime 12 ore di NzdUsd che è sceso di 100 pips da ieri sera, in ragione della decisione del Governo di implementare nuove misure per calmierare i prezzi del mercato immobiliare. La manovra viene giudicata dal mercato come un tentativo di mantenere bassa l’inflazione e ciò sembra avere implicazioni accomodanti anche per una eventuale prossima decisione della Rbnz che, potrebbe aspettare prima di alzare il costo del denaro, specie se la misura avrà l’effetto sperato. NzdUsd, dicevamo, è sceso da 0.7180 a 0.7080, rompendo il supporto precedente a 0.7105 e indirizzandosi verso il supporto psicologico di 0.7000, livello chiave da osservare. Ciò ha generato, di conseguenza, la discesa dei cross NzdCad e la salita di AudNzd, giunto in prossimità di 1.0875. Qualche settimana fa tali notizie non avrebbero provocato i movimenti di oggi, perché AudUsd avrebbe seguito parallelamente la discesa di NzdUsd, in ragione di un mercato quasi perfettamente dollaro centrico. Oggi è diverso perché, come abbiamo ricordato nelle ultime settimane, è in atto una diversificazione di portafoglio valutaria che influenza questo tipo di correlazione, concentrandosi proprio sui dati macro paese per paese, che sono diversi, e hanno condizioni congiunturali differenti. E questo pare estremamente intrigante perché consente un trading tecnico che è sempre stata una delle migliori caratteristiche del mercato valutario.

Come ricorderete, questa diversificazione di portafoglio è cominciata con lo Jpy, che ha ceduto inizialmente sul dollaro, con conseguenze importanti sui cross, CadJpy ne è l’esempio eclatante che vale anche per altri come GbpJpy o altri cross dello Jpy, AudJpy e NzdJpy su tutti. Ora è la volta di Nzd ma, se osserviamo l’andamento correttivo del petrolio, dobbiamo segnalare anche la discesa del dollaro canadese (Cad) che potrebbe essere il prossimo a correggere al ribasso con obiettivi contro dollaro in area 1.2750. Per il resto, poche sono le notizie, che possono cambiare lo scenario attuale a livello macro, perché se neppure Powell, con dichiarazioni così dovish come quelle della settimana scorsa, è riuscito a smuovere i prezzi dei cambi orignali, beh allora mettiamoci il cuore in pace per un po’, almeno fino a quando i dati pubblicati non ci diranno di un nuovo cambiamento, magari la fine di questa maledetta pandemia, che tanto ha influenzato la nostra vita sociale negli ultimi 15 mesi.

Buona giornata e buon trading.

 

Saverio Berlinzani

 

 

 

Le informazioni qui fornite non costituiscono una ricerca di investimento. I materiali non sono stati preparati in conformità ai requisiti legali volti a promuovere l’indipendenza della ricerca di investimento e in quanto tali devono essere considerati come una comunicazione pubblicitaria. Tutte le informazioni sono state preparate da ActivTrades (altresì “AT”). Le informazioni non contengono una raccolta dei prezzi di AT, né possono essere intese come offerta, consulenza, raccomandazione o sollecitazione ad effettuare transazioni su alcuno strumento finanziario. Non viene fornita alcuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o alla completezza di tali informazioni. Qualsiasi materiale fornito non tiene conto dell’obiettivo di investimento specifico e della situazione finanziaria di chiunque possa riceverlo. I risultati passati non sono un indicatore affidabile dei risultati futuri. AT fornisce un servizio di sola esecuzione. Di conseguenza, chiunque agisca in base alle informazioni fornite lo fa a proprio rischio.