Analisi di Mercato

Analisi di mercato Saverio Berlinzani – 17/11/2020

NULLA RIESCE A SMUOVERE IL TRADING RANGE

Ancora una seduta, quella di ieri, caratterizzata da pochi e quasi irrilevanti movimenti sul mercato valutario, con la coppia regina, l’EurUsd, rimasta confinata tra 1.1813 e 1.1868, cinquanta pip di trading range poco significativi e caratterizzati da momenti di up bilanciati da momenti di down legati alle notizie che sono uscite sulla Brexit, che sembrano dare speranze ad un accordo. La sterlina infatti è tornata sopra quota 1.3200 dopo che il capo negoziatore britannico David Frost ha dichiarato di aspettarsi un accordo per l’inizio della prossima settimana. Ma per la verità, di questi commenti ne abbiamo già ascoltati a decine in passato e di fatto l’accordo non è ancora arrivato. Però a noi interessano i movimenti delle valute e segnaliamo i livelli cruciali del Cable a 1.3240 e dell’EurGbp i cui supporti chiave si trovano a 0.8955 area. E’ chiaro che un accordo farebbe saltare questi livelli, ma è altrettanto realistico pensare che in caso di non accordo, verrebbero rotti i supporti di entrambe le coppie, posizionati rispettivamente a 1.3160 e 0.9100. Sulle altre coppie valutarie, siamo al punto di ieri con le oceaniche ancora forti e vicini alle resistenze chiave poste a 0.7330-35 a 0.6920-25 area con il UsdCad che, in correlazione inversa alle oceaniche, è sceso in area 1.3060, con la chance anche di andare al test dei supporti posizionati in area 1.3020-30 e 1.2980-90.

L’unico movimento degno di nota ieri è stato quello del UsdJpy che dopo la notizia uscita sul vaccino sviluppato da Moderna, negli Usa, risultato efficace nel 94% dei casi. Il dollaro è salito fino a 105.15, ma poi lentamente è tornato dove era partito, segno che il mercato ha già digerito anche questa notizia. Ci avviciniamo ora velocemente a fine anno, in un contesto assai complicato, con la pandemia ancora nel pieno della sua forza, e la possibilità che si trascorra un natale in lockdown. Le banche centrali chiedono a gran voce stimoli fiscali che ancora tardano ad arrivare, mentre i mercati azionari restano sui massimi e festeggiano la notizia relativa ai vaccini. Situazione ancora ingarbugliata, quindi, per la quale vale la pena cercare una operatività esclusivamente di breve termine, senza pensare a chissà quali movimenti. Attenzione, massima prudenza e hedging sempre pronto cari amici.

Buona giornata e buon trading.

 

Saverio Berlinzani