Analisi di Mercato

Analisi di mercato Saverio Berlinzani – 07/04/2021

EURO E STERLINA SI MUOVONO IN CONTROTENDENZA

Ancora una fase laterale per il mercato dei cambi in una giornata caratterizzata da pochi e apparentemente insignificanti movimenti, ma in realtà i prezzi si sono mossi e qualcuno anche con una price action interessante. I cambi contro dollaro, ovvero quelli che in gergo definiamo originali, hanno avuto movimenti differenti tra di loro, il che di per sè evidenzia un aspetto intrigante del mercato, ovvero una diversificazione di portafoglio valutaria che distingue tra una coppia e un’altra, proprio in relazione alle differenti aspettative che gli investitori hanno su una divisa rispetto ad un’altra, ma anche segnale che sono in atto aggiustamenti di portafoglio che possiamo considerare tattici e strategici. Poi avvertiamo, di conseguenza dei movimenti sui cross che appaiono altrettanto significativi e che offrono opportunità nell’operatività di breve ma anche di medio termine. Tra queste iniziamo con il segnalare il movimento di ieri della sterlina che ha cominciato a perdere terreno in mattinata e, soprattutto contro Euro, ha continuato durante tutta la seduta, evidenziando un recupero, rispetto a quella di lunedì scorso, una ripresa di 110 pip circa dai minimi, ovvero oltre l’1.30% di recupero in una sola sessione. Del resto la valuta britannica saliva contro Euro da tempo, e aveva toccato il massimo (minimo se osserviamo il cambio EurGbp) delle ultime 56 settimane a 0.8464, e da questa area ha semplicemente, almeno per ora, fatto registrare una correzione, che appariva dovuta. In questo momento l’andamento del cross appare ancora esclusivamente correttivo, con target che potrebbero essere individuati in area 0.8640-50. Supporti che invece sono posizionati tra 0.8550 e 0.8525 area. L’altro movimento degno di nota è proprio quello della moneta unica che contro biglietto verde ha recuperato, rispetto ai minimi di 1.17032 fatto registrare mercoledì 31 marzo, ovvero una settimana orsono, 180 pip salendo fino ad un massimo di 1.17785, per poi consolidare in questa stessa area. Al di là del fatto che le correzioni, specie in questa fase di assenza di trend, sono sempre possibili e anche probabili, l’area di 1.1830-40 rappresenta forse un supporto da dove ripartire con target che sembrerebbero possibili tra 1.1970 e 1.1985. Solo il superamento di questi livelli parrebbe impulsivo nel medio termine. Del Cable abbiamo detto, è sceso e ha vissuto una giornata di ribassi, in decisa controtendenza rispetto alla moneta unica con dei minimi a 1.3802 dopo una discesa di 120 pip rispetto ai livelli di ieri mattina.

Sulle oceaniche poco da segnalare. Movimenti di consolidamento che per ora, dopo il ribasso dell’ultimo periodo, stentano a riportare i prezzi sopra le resistenze chiave per assistere alla ripartenza del trend precedente. Le ragioni possono essere differenti, ovvero legate alla decisione di non mettere sotto controllo i rendimenti dei titoli di Stato da parte della Rba, così come i dati macro che sono positivi ma non come le attese, dato che anche stanotte, il Pmi dei servizi e composite è uscito peggiore rispetto al consensus, a 55.5 con attese sopra i 56 punti. Interessante anche la correzione del UsdJpy che ha aperto la strada alla correzione dei cross contro valuta nipponica, specialmente CadJpy e GbpJpy che hanno ceduto 100 pips il primo e 150 il secondo in una fase che potrebbe anche proseguire nei prossimi giorni. Reazione anche per i cross EurCad, EurAud ed EurNzd per effetto del movimento di EurUsd. Sul fonte dati ricordiamo l’uscita dei pmi oggi per tutto il vecchio continente e per la Gran Bretagna, mentre nel pomeriggio, avremo la bilancia commerciale canadese, e soprattutto le minute della Fed alle 20.00. Tutto scontato direte voi, beh si certamente dato che si tratta di un documento che ricalcherà lo statement relativo all’ultimo Fomc, anche se qualche sorpresa a livello di price action, potrebbe sempre esserci.

Buona giornata e buon trading.

 

Saverio Berlinzani

 

 

 

Le informazioni qui fornite non costituiscono una ricerca di investimento. I materiali non sono stati preparati in conformità ai requisiti legali volti a promuovere l’indipendenza della ricerca di investimento e in quanto tali devono essere considerati come una comunicazione pubblicitaria. Tutte le informazioni sono state preparate da ActivTrades (altresì “AT”). Le informazioni non contengono una raccolta dei prezzi di AT, né possono essere intese come offerta, consulenza, raccomandazione o sollecitazione ad effettuare transazioni su alcuno strumento finanziario. Non viene fornita alcuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o alla completezza di tali informazioni. Qualsiasi materiale fornito non tiene conto dell’obiettivo di investimento specifico e della situazione finanziaria di chiunque possa riceverlo. I risultati passati non sono un indicatore affidabile dei risultati futuri. AT fornisce un servizio di sola esecuzione. Di conseguenza, chiunque agisca in base alle informazioni fornite lo fa a proprio rischio.