Analisi di Mercato

Analisi di mercato Saverio Berlinzani – 04/08/2021

AUD/NZD VICINO AI SUPPORTI CHIAVE

Quella di ieri è stata ancora una giornata caratterizzata da strettissimi trading range tra le principali coppie valutarie, in un mercato chiaramente estivo che comunque, nella sua lateralità persistente, offre interessanti opportunità legate alle oscillazioni di brevissimo termine. Durante la sessione europea ed americana i mercati sono rimasti in 15-20 pips di oscillazioni e solo questa notte, in ragione dei dati usciti in Nuova Zelanda, le price action si sono fatte più interessanti. I dati sull’occupazione neozelandese usciti durante la sessione asiatica hanno visto una disoccupazione nel secondo trimestre scendere al 4% contro attese previste al 4.5% e un dato precedente che si era fermato al 4.7%. Un miglioramento importante che tra l’altro ha visto un +1% di occupati trimestre su trimestre e un tasso di partecipazione della forza lavoro sopra al 70.5%, numero che nessun paese del primo mondo riesce a mostrare. La prima reazione dei mercati è stata quella di acquistare NzdUsd che ha violato il precedente massimo a 0.7040 e sembra voler attaccare le resistenze poste in area 0.7110-15. Il dato in questione potrebbe spingere la Rbnz a parlare di tapering e ridurre quindi gli acquisti di titoli, anticipando di fatto il rialzo dei tassi che potrebbe già verificarsi nel 2022. La valuta chiaramente ne beneficia e se osservassimo i grafici di medio lungo termine noteremmo come la rottura di queste aree appena richiamate, potrebbe spingere i prezzi verso i massimi dell’anno, toccati a fine febbraio a 0.7465-70 area. Anche il cross AudNzd è sceso ulteriormente, andando a rompere l’area di 1.0500 e puntando decisamente a supporti inferiori, che sono posti a 1.0410-20. Il dollaro neozelandese quindi, dopo il dollaro canadese che ad aprile era salito in seguito alle dichiarazioni hawkish da parte della banca centrale, potrebbe essere la seconda valuta del primo mondo a salire sulle aspettative di rialzo del costo del denaro, con una diversificazione di portafoglio che appare chiara nel nostro mercato. Sul dollaro australiano non c’è la stessa condizione sia perché i dati sono diversi, ma anche per il fatto che la pandemia sembra portare ad un rallentamento della ripresa economica. AudUsd non ha seguito la stessa dinamica di NzdUsd e rimane per ora sotto la resistenza di 0.7410 senza riuscire a romperla.

Sulle altre coppie di valute c’è ben poco da dire: UsdJpy vicino ai supporti chiave di 109.00 con possibile scivolamento sotto a 108.50 e 108.20 mentre EurUsd sembra tenere l’area di 1.1850 ma non riesce però a reagire e ad attaccare le prime resistenze poste a 1.1900. Cable che oscilla tra 1.3880 e 1.3940 con ulteriori resistenze a 1.3990-1.40. Ci pare interessante osservare i cross, che in questa fase di diversificazione di portafoglio, legato alle diverse aspettative sui tempi di rialzo dei tassi delle diverse banche centrali, appaiono maggiormente volatili, come EurCad o lo stesso NzdCad, che mantengono potenzialità rialziste di medio termine. La giornata di oggi prevede la pubblicazione dei Pmi per Eurozona, Uk e Usa, ma attenzione alle 14.15, al dato sull’adp, anticipatore dei payrolls di venerdì. Le attese sono per 700 mila nuovi occupati. Vedremo se ciò basterà a riportare un poco di volatilità.

Buona giornata e buon trading.

 

Saverio Berlinzani

 

 

 

Le informazioni qui fornite non costituiscono una ricerca di investimento. I materiali non sono stati preparati in conformità ai requisiti legali volti a promuovere l’indipendenza della ricerca di investimento e in quanto tali devono essere considerati come una comunicazione pubblicitaria. Tutte le informazioni sono state preparate da ActivTrades (altresì “AT”). Le informazioni non contengono una raccolta dei prezzi di AT, né possono essere intese come offerta, consulenza, raccomandazione o sollecitazione ad effettuare transazioni su alcuno strumento finanziario. Non viene fornita alcuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o alla completezza di tali informazioni. Qualsiasi materiale fornito non tiene conto dell’obiettivo di investimento specifico e della situazione finanziaria di chiunque possa riceverlo. I risultati passati non sono un indicatore affidabile dei risultati futuri. AT fornisce un servizio di sola esecuzione. Di conseguenza, chiunque agisca in base alle informazioni fornite lo fa a proprio rischio.