Analisi di Mercato

Analisi di mercato Saverio Berlinzani – 03/03/2021

FOREX IN EQUILIBRIO

Ieri, nel nostro commento quotidiano, abbiamo richiamato la possibilità di assistere ad un periodo, più o meno prolungato, di mercato dei cambi in trading range, in ragione del fatto che le forze che spingono alternativamente per un rialzo o un ribasso del dollaro, tendono, in questo determinato periodo, a controbilanciarsi. Potremmo definirla Qe vs Tapering, per dirla all’anglosassone, con in mezzo l’incognita pandemia che ancora potrebbe essere l’ago della bilancia per anticipare o ritardare la prevalenza di uno dei due. Il che significherebbe o estensione del Qe oppure anticipazione del tapering. In sostanza ci sembra questa la questione, sintetizzandola e semplificandola ai minimi termini. Il mercato, durante le ultime sedute aveva anticipato il tapering, dopo che l’asta dei Treasuries decennali aveva visto un rialzo sostenuto dei rendimenti. Ma nelle ultime ora i mercati azionari hanno reagito e anche il dollaro ha perso leggermente terreno rispetto ai guadagni fatti registrare venerdì scorso. La correlazione intermarket è forte, quasi esasperata, ma prima o poi anche questo legame, in qualche modo dovrà attenuarsi e a nostro avviso, ciò accadrà con il tempo ed il rialzo selettivo dei tassi in alcuni paesi rispetto ad altri. Ci vorrà tempo, ma il mercato che abbiamo sempre conosciuto, fatto di carry trade e diversificazione valutaria di portafoglio, prima o poi tornerà. Nel frattempo, dobbiamo insistere e muoverci all’interno dei trading range che abbiamo richiamato e che presumibilmente potrebbero caratterizzare le prossime sedute di trading.

Tecnicamente e venendo ai diversi rapporti di cambio, e osservando l’EurUsd, il main driver, notiamo come sia all’interno di una fase laterale compresa tra 1.2000 e 1.2250, con qualche possibilità che questo range possa anche ridursi come ampiezza. Nel breve vi sono resistenze poste in area 1.2120-30 che potrebbero anche contenere i rialzi, mentre al ribasso, solo la rottura di 1.1950 farebbe cambiare la prospettiva di medio termine. Sul fronte posizionamenti, sul mercato dei future, vi sono ancora enormi posizioni long euro e il mercato retail appare neutro in questa fase, equamente diviso tra long e short moneta unica. Il Cable sembra meno reattivo al rialzo, ma la ragione sembra legata al fatto che era salito ben di più rispetto all’Euro nell’ultimo periodo. I livelli da osservare sono posti a 1.4000 al rialzo, seguito da 1.4070-80 e dai supporti chiave posti a 1.3830-40 area, la cui violazione potrebbe cambiare le prospettive. Il UsdJpy resta forte con l’area di 107.00 a rischio rottura e nel caso una accelerazione verso 107.60-70. I supporti rilevanti sono posizionati a 106.50-55 nel breve termine. AudUsd si è rimesso sopra 0.7800 ma per ora non sembra più avere l’impulsività di prima nonostante il Pil del quarto trimestre sia uscito a +3.1% su base trimestrale, ben superiore al +2.5% atteso. I livelli da osservare sono posti a 0.7695-0.77 come supporti e 0.7850-55 al rialzo. NzdUsd risale la corrente ed ora si trova non lontano dalle resistenze chiave poste a 0.7330 mentre i livelli di supporto si trovano in area 0.7200. UsdCad invece rimane in distribuzione di breve termine con la possibilità di rivedere 1.2590-1.26. Infine uno sguardo al Dollar index che, almeno per ora, sembra tenere i supporti posti in area 90.40-45.

Buona giornata e buon trading.

 

Saverio Berlinzani

 

 

Le informazioni qui fornite non costituiscono una ricerca di investimento. I materiali non sono stati preparati in conformità ai requisiti legali volti a promuovere l’indipendenza della ricerca di investimento e in quanto tali devono essere considerati come una comunicazione pubblicitaria.
Tutte le informazioni sono state preparate da ActivTrades (altresì “AT”). Le informazioni non contengono una raccolta dei prezzi di AT, né possono essere intese come offerta, consulenza, raccomandazione o sollecitazione ad effettuare transazioni su alcuno strumento finanziario. Non viene fornita alcuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o alla completezza di tali informazioni. Qualsiasi materiale fornito non tiene conto dell’obiettivo di investimento specifico e della situazione finanziaria di chiunque possa riceverlo. I risultati passati non sono un indicatore affidabile dei risultati futuri. AT fornisce un servizio di sola esecuzione. Di conseguenza, chiunque agisca in base alle informazioni fornite lo fa a proprio rischio.