Analisi di Mercato

Analisi di mercato Saverio Berlinzani – 02/06/2020

LA RBA LASCIA INVARIATI I TASSI

La Rba ha lasciato i tassi invariati allo 0.25% questa notte e ha poi pubblicato lo statement ove si legge che la Banca Centrale è pronta eventualmente ad incrementare gli acquisti di obbligazioni se sarà necessario. I tassi, inoltre, non saliranno fino a quando non saranno confermati progressi verso la piena occupazione e i target di inflazione e la politica resterà accomodante per tutto il tempo necessario. Nel commento si legge che l’economia sta attraversando una recessione importante, in cui la spesa delle famiglie si è indebolita anche se l’entità della recessione potrebbe essere inferiore di quanto previsto in precedenza. I mercati finanziari restano solidi. Gli effetti sulla valuta sono stati quasi insignificanti anche se segnaliamo il fatto che rispetto alle precedenti riunioni, in cui si era parlato della necessità di mantenere un tasso di cambio debole, in questa occasione non si legge nulla al riguardo. AudUsd sembrerebbe essere indirizzato verso 0.7030 da dove tutto è partito a inizio dell’anno, anche se le condizioni di ipercomprato e qualche eccesso di breve termine potrebbero rallentarne la salita. A giocare invece a favore di una ulteriore accelerazione, vi sono le posizioni del mercato che sembra stia comprando dollari Usa già da un po’ contro Aud e si trova scoperto di Aud contro le altre valute, e spesso questo è un buon segnale per una continuazione (almeno fino ad eccessi rilevanti, attraverso quello che noi chiamiamo lo spoof finale prima di una inversione ovvero un movimento rapido e significativo che va a prendere gli stop i chi non può reggere la posizione short a causa della leva). Ma ciò sta accadendo non solo su Aud, ma in generale su molte coppie valutarie, la cui esposizione a favore del dollaro sta aumentando in modo significativo, proprio nel momento in cui il Dollar index ha rotto il supporto di medio termine. Probabilmente a breve ci dovremo attendere una correzione del biglietto verde al rialzo, ma è importante sottolineare il fatto che siamo di fronte ad un qualcosa di nuovo da qualche tempo a questa parte, ovvero una rottura di un supporto del biglietto verde e una esposizione long dollari in aumento sul mercato retail, che di solito dovrebbe essere una indicazione che possa trattarsi di un movimento forse strutturale.

Ma vi sono anche delle ragioni esogene, all’indebolimento del biglietto verde e sono legate a quanto accade in America oggi. Le proteste dopo i fatti di Minneapolis stanno allargandosi tanto da aver costretto i Governatori di alcuni stati ad adottare misure drastiche quali il coprifuoco e il divieto di assembramento. Tutto questo potrebbe pesare sul biglietto verde per due conseguenze di quanto avviene ovvero la necessità di riforme sociali e un autoritarismo crescente. Entrambe costano molto e se pensiamo che gli Usa già sono alle prese con un aumento del debito di circa 4 mila miliardi quest’anno e in più altri tremila miliardi di dollari sono già stati approvati dalle Camere, ci rendiamo conto di quanto potrebbe pesare sulle casse Usa, anche questo ulteriore problema che si aggiunge ad una pandemia non ancora terminata. In più questa espansione monetaria equivale ad inflazionare il biglietto verde potrebbe, dopo anni di salita, invertire la rotta in modo assai più significativo di quanto visto sino ad ora. Ne stiamo avendo la riprova su molti tassi di cambio che paiono in ripresa a V nei confronti di un precedente movimento di ribasso, con un recupero che sta sostanzialmente andando ad annullare i guadagni del dollaro che abbiamo visto a inizio anno. Interessanti a tal proposito sono le posizioni del portale Myfxbook che riguardano il posizionamento long short sulle varie coppie di valute e che vedono per esempio l’82% di posizioni short su Eurusd, il 74% su GbpUsd, 84% long UsdsCad, 84% short AudCad, così come 88% short AudUsd, 83% short AudNzd, 82% short NzdUsd, ma questo non significa che non vi saranno correzioni a favore del biglietto verde. Buona giornata e buon trading.

 

Buon trading

Saverio Berlinzani