Analisi di Mercato

Analisi di mercato Saverio Berlinzani – 02/03/2021

RITORNA LA FASE LATERALE

La prima sessione operativa del mese di marzo si è rivelata poco interessante. Le indicazioni che erano arrivate venerdì dalle price action sembravano poter alimentare il rialzo della divisa Usa, e la continuazione del movimento cominciato giovedì scorso, durante la sessione americana. Ed invece si è fermato tutto, in attesa di notizie che non sono arrivate. Certamente, in questo momento, è probabile che le forze che spingono il dollaro al ribasso, che sostanzialmente erano legate alla crescita persistente dei mercati azionari e al risk on presente sui mercati emergenti, con le materie prime in salita costante, si bilancino con quelle che invece puntano ad un cambiamento sostanziale delle condizioni macro, che invece sono legate al risk off, generato dall’aumento dei rendimenti dei mercati dei titoli di Stato, che alimentano paure di rialzo del costo del denaro che andrebbe a drenare liquidità dai mercati azionari attraverso il tapering. Queste forze quindi, allo stato attuale, tendono ad annullarsi o ridurre di molto la volatilità, pertanto, potremmo assistere ad un mercato laterale fino a quando una di queste due possa prevalere sull’altra. Da un punto di vista operativo quindi, si apre, a nostro avviso, una fase caratterizzata da bassa volatilità e maggiore probabilità di assistere a dei trading range all’interno di box di oscillazione che potrebbero diventare comunque una interessante opportunità.

EurUsd per esempio, che sta scivolando lentamente sui supporti, potrebbe fermarsi nuovamente in area 1.1950, ed eventualmente cercare di ripartire da quei livelli, così come il Cable sembrerebbe distribuire ancora almeno fino ai target posti in area 1.3785-95 area. Ancora leggera forza di dollaro quindi, che potrebbe contribuire ad un ribasso anche delle oceaniche che potrebbero andare al test di 0.7690 e 0.7200 rispettivamente per AudUsd e NzdUsd. Anche il UsdCad sembra indirizzato al retest di 1.2740-50 area, ma per ora non molto di più. Potrebbero quindi cominciare a muoversi i cross, dato che è possibile che emergano dichiarazioni differenti da parte delle banche centrali dei diversi paesi, inducendo quindi una diversificazione valutaria come asset allocation, la quale andrebbe a creare dei movimenti differenti tra coppia di valute, il che ovviamente genererebbe volatilità sui cross. Ci riferiamo per esempio a EurCad, piuttosto che EurNzd o EurAud, ma anche CadJpy o AudCad. Gli stessi cross contro Jpy potrebbero subire una fase correttiva dovuta forse a correzioni rialziste della divisa giapponese, che forse tecnicamente sembrano dovute. Insomma, cari amici, attenzione perché questa fase potrebbe risultare assai interessante proprio per queste sue caratteristiche di bilanciamento delle forze rialziste e ribassiste, che potrebbero anche essere un trappolone per i trend follower.

Buona giornata e buon trading.

 

Saverio Berlinzani

 

 

 

Le informazioni qui fornite non costituiscono una ricerca di investimento. I materiali non sono stati preparati in conformità ai requisiti legali volti a promuovere l’indipendenza della ricerca di investimento e in quanto tali devono essere considerati come una comunicazione pubblicitaria.
Tutte le informazioni sono state preparate da ActivTrades (altresì “AT”). Le informazioni non contengono una raccolta dei prezzi di AT, né possono essere intese come offerta, consulenza, raccomandazione o sollecitazione ad effettuare transazioni su alcuno strumento finanziario. Non viene fornita alcuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o alla completezza di tali informazioni. Qualsiasi materiale fornito non tiene conto dell’obiettivo di investimento specifico e della situazione finanziaria di chiunque possa riceverlo. I risultati passati non sono un indicatore affidabile dei risultati futuri. AT fornisce un servizio di sola esecuzione. Di conseguenza, chiunque agisca in base alle informazioni fornite lo fa a proprio rischio.