Analisi di Mercato

Analisi di mercato Saverio Berlinzani – 01/06/2020

Il Dollaro buca i supporti

Finalmente, dopo settimane di congestione all’interno di fasce di oscillazione laterali, nel mercato valutario assistiamo alla rottura dei supporti da parte del dollaro. Se osserviamo infatti il Dollar index, ancorato tra 98.30 e 101.00 dal 26 marzo, la violazione con conferma del supporto di 98.30, ha spinto i prezzi a 97.90 ed ora potrebbe non trovare grandissimi ostacoli al ribasso con obiettivi che potrebbero essere individuati in area 97.50 e 97.00. Le ragioni di tale discesa sono diverse, dalla tenuta dei mercati azionari, che alimentano il risk on anche sul valutario, ai dati cinesi relativi agli indici dei direttori di acquisto, usciti, pensate, sopra 50, rispettivamente a 50.7 nel mese di maggio per il settore manifatturiero con previsioni a 49.6 e a 53.6 per il settore dei servizi, dati che, se veritieri, farebbero pensare a chi ci legge che in Cina il virus non ci sia mai stato, e ciò fa sorridere pensando proprio da dove era invece partito. Mentre il resto del mondo è alle prese con dati scoraggianti e recessione a doppia cifra, in Cina tutto procede come se nulla fosse. Non è mai bello pensare ai complotti, ma come diceva un illustre personaggio, qualche volta ci si azzecca.

Negli Usa, per di più, in alcune città, come Chicago, è stato ripristinato il lockdown per un aumento dei contagi, e come se niente fosse, in altre città è stato imposto il coprifuoco ed è stata chiamata la Guardia Nazionale per sedare le manifestazioni di protesta contro la polizia, dopo la morte a Minneapolis di un cittadino, ucciso da un poliziotto in servizio. Tutto ciò ha contribuito a far fare un altro balzo alle oceaniche, Aud in particolare, che rispetto all’apertura a 0.6660, ha fatto oltre l’1% proprio in seguito al dato cinese sui Pmi. Anche NzdUsd è salito anche se leggermente meno, circa l’1%, da 0.6195 a 0.6250, con il cross AudNzd tornato a ridosso di 1.0800. Anche le altre valute hanno seguito, con EurUsd che sembrerebbe voler attaccare l’area di 1.1140 50 così come il Cable a ridosso di 1.2400 nuovamente. UsdCad vicino al livello di 1.3700 con 1.3650 supporto chiave, mentre il UsdJpy resta nel solito trading range tra 106.70 e 108.00. Non è il momento per il ritorno del risk off, questo sembrerebbe chiaro, ma in realtà i mercati non stanno raccontando la realtà quotidiana, con persone in seria difficoltà a causa dei lockdown. Il mondo finanziario pare realmente in una bolla rispetto al mondo reale e, da un certo punto di vista, può anche essere considerato un bene, dato che se dovesse crollare anche i mercati, la fiducia di investitori e mondo reale, potrebbe anche peggiorare. In fondo, ad oggi, moltissimi cittadini stanno sopravvivendo grazie ai risparmi accumulati. Oggi è la giornata di Pmi in Europa e Usa, anche se ricordiamoci che è oggi è festività (Lunedì di Pentecoste) in Germania e Francia.

 

Buon trading e buona settimana.

 

Saverio Berlinzani