Analisi di Mercato

Analisi di mercato ActivTrades – 28/04/2020

VALUTE

Oggi e’ una giornata di sentimenti contrastanti nei mercati finanziari. Da un lato c’e’ la notizia positiva della discesa dei nuovi casi di infezioni e morti da coronavirus negli epicentri principali, dall’altro pero’ ci sono utili societari deludenti e un’altra brutta giornata per il petrolio. Sembra che la percezione del bicchiere mezzo pieno stia prevalendo, visto che le valute legate al rischio stanno guadagnando un pochino di terreno. L’euro e’ salito di circa lo 0,1% contro il dollaro, mentre la sterlina è in rialzo contro tutte le principali monete, dal momento che COVID-19 sembra essere sotto controllo anche nel Regno Unito, con due giorni consecutivi di cali sia nel numero di nuovi casi, che in quello dei decessi.
Ricardo Evangelista –Analista Senior, ActivTrades

 

PETROLIO

La situazione per i mercati petroliferi rimane difficile. Il contratto WTI di giugno è sceso a $ 10 mentre gli investitori stanno passando alla data di scadenza successiva per evitare il rischio di rimanere intrappolati come accade pochi giorni fa con la scadenza di maggio. Questa è la ragione molto ovvia che sta spiegando il forte contango che stiamo ancora vedendo sui mercati petroliferi: sulla borsa CME la scadenza di giugno e’ vicino a $ 10, mentre il prezzo del petrolio per il mese successivo è del 70% più alto e quello di ottobre, ben 140% piu’ caro. Gli investitori si aspettano che la domanda si riprenda lentamente nel terzo trimestre del 2020, ed il che dovrebbe evitare un’altra situazione di esaurimento dei magazzini.
La tendenza è chiaramente ribassista anche per il Brent, ma lo scenario sembra molto più sotto controllo, con un prezzo appena inferiore a $ 20. La possibilità di trasportarlo e le caratteristiche specifiche del sottostante, stanno rendendo il Brent molto più resistente all’attuale tempesta.
Carlo Alberto De Casa – Capo Analista, ActivTrades

 

BORSE EUROPEE

Le borse europee hanno avuto un’apertura incerta questa mattina. La propensione al rischio è ancora viva ma gli investitori rimangono dubbiosi tra dati rassicuranti sul fronte del virus e una serie di utili societari deludenti da parte di grandi compagnie come Samsung, Apple, Amazon o Facebook.
Tassi di infezione più bassi sembrano quasi ovunque suggerire che il mercato potrebbe gia’ aver toccato il fondo. Tuttavia, nonostante l’annunciata riapertura di vari paesi, gli operatori preferiscono contenere il loro entusiasmo e attendere una cura, un vaccino o una prova del fatto che il virus sia stato completamente contenuto al fine di evitare una seconda ondata di casi, che sarebbe drammatico per le persone e per le economie. In Europa, gli operatori attendono dettagli dalla Commissione Europea sulle nuove misure di riduzione del capitale per aiutare il settore bancario a continuare a sostenere le imprese nella lotta contro la pandemia. Non sorprende quindi che le azioni finanziarie siano oggi il principale traino. Aziende come Allianz, BNP, Societe Generale e BBVA stanno aiutando lo Stoxx-600 a salire leggermente. L’indice FTSE-MIB italiano sta registrando di nuovo la migliore performance dell’Eurozona, ed e’ ora scambiato oltre i 17.550,0 punti. Da un punto di vista tecnico, i prezzi dovranno superare il livello di 17.835,0 punti per sbloccare una potenziale croce della nuvola Ichimoku ribassista e salire sino a 19.640.0 punti. Il Chiko-span ha infranto sia la barriera dei prezzi che il Tenkan-Sen, che sono i primi passi di un’inversione di tendenza, ma lo spessore delle nuvole potrebbe impedire al mercato di salire, almeno per il momento.
Pierre Veyret – Analista Tecnico, ActivTrades