Analisi di Mercato

Analisi di mercato ActivTrades – 25/11/2020

VALUTE

L’euro è salito sino al massimo di due mesi contro il dollaro questo mercoledì. Il rialzo della moneta unica è principalmente dovuto alla debolezza del dollaro, poiché un cocktail di buone notizie ha risollevato l’umore degli investitori. Negli ultimi anni il dollaro ha assunto il ruolo di bene rifugio: in rialzo con ogni preoccupazione e ribasso ogni volta che torna la propensione al rischio. Ebbene, sembra che il mercato stia ora puntando su un futuro senza COVID e sulla fine del protezionismo di Trump; ci si può quindi aspettare ulteriore debolezza del dollaro.
Ricardo Evangelista – Analista Senior, ActivTrades

PETROLIO

Ci sono due principali driver di mercato dietro il rally del prezzo del petrolio visto nelle ultime settimane. Il primo, che è anche il principale, è legato alle aspettative per un vaccino anti-Covid. Il secondo è relativo agli incontri OPEC e OPEC +, in quanto gli investitori si aspettano un prolungamento degli attuali tagli di produzione.
C’è troppo entusiasmo per il vaccino? Non lo sappiamo ancora. Dobbiamo comunque ricordare che non stiamo parlando di un solo vaccino, poiché molte grandi aziende farmaceutiche hanno annunciato recentemente di avere soluzioni efficaci contro il Covid-19. In altre parole, i mercati stanno valutando questo non come un tentativo sporadico di mitigare il virus, ma come un piano ben strutturato che dovrebbe essere in grado di ridurre fortemente il numero di persone colpite da questo virus e porre fine alla lunga serie di blocchi visti negli ultimi mesi.
Da un punto di vista tecnico, il prezzo del WTI ha superato il precedente massimo di agosto, raggiungendo un nuovo massimo post Covid appena sopra i 45 $. Il trend principale resta rialzista, mentre le azioni del settore petrolifero stanno recuperando parte del terreno perso negli ultimi mesi.
Carlo Alberto De Casa – Capo Analista, ActivTrades

BORSE EUROPEE

Apertura incerta per le borse europee questa mattina. Molti investitori hanno preso profitto a seguito di nuovi massimi raggiunti ieri. Le prospettive economiche sono più rassicuranti ma gli investitori hanno preferito moderare la loro esposizione ad attività più rischiose in vista di una giornata impegnativa in termini di notizie macro. La correzione ribassista di oggi potrebbe essere qualificata come ‘tecnica’ e ‘normale’ dopo che la maggior parte dei mercati ieri ha oltrepassato resistenze importanti. Tuttavia, la maggior parte degli investitori sta aspettando il rilascio di dati importanti dagli Stati Uniti come gli ordini di beni durevoli, le nuove richieste di sussidi di disoccupazione, il PIL del terzo trimestre e gli attesissimi verbali del FOMC, che potrebbero sorprendere. Inoltre, i mercati petroliferi e le società collegate al petrolio (compagnie aeree, minatori e operatori di crociere) potrebbero anche vedere maggiore volatilità nel tardo pomeriggio con i dati sugli stock di greggio. C’è un’alta probabilità che la direzionalità del mercato non torni fino a quando gli investitori non avranno completamente digerito l’ultima serie di indicatori macro di oggi.
Pierre Veyret – Analista Tecnico, ActivTrades