VALUTE

In una settimana che è chiaramente iniziata con una forte propensione al rischio, questo mercoledì stiamo vedendo posizioni più caute e il dollaro sembra riacquistare nuovamente il ruolo di protagonista come bene rifugio. Lunedì e martedì gli investitori hanno scelto di guardare al lato positivo di una situazione poco chiara, concentrandosi sul progressivo allentamento dei blocchi in tutto il mondo. Tuttavia, a molti pare ora impossibile ignorare il numero crescente di nuovi casi di coronavirus in tutto il mondo. C’è una certa ansia che lo scenario di una rapida ripresa economica potrebbe essere minacciato da un ritorno del virus e questo sta oscurando l’ottimismo degli investitori e sta offrendo sostegno al dollaro.
Ricardo Evangelista –Analista Senior, ActivTrades

ORO

Il prezzo dell’oro ha raggiunto un nuovo massimo di 7 anni e mezzo, superando i $ 1.770. Il recente rialzo dei mercati azionari non è stato sufficiente a soddisfare l’appetito degli investitori per il lingotto poiché un numero crescente di operatori vede la scalata delle borse fragile e poco sostenibile. Ecco perché, indipendentemente dal fatto che i titoli azionari siano in verde o in rosso in un dato giorno, gli investitori continuano a compare oro.
Carlo Alberto De Casa – Capo Analista, ActivTrades

BORSE EUROPEE

Le borse hanno aperto in leggero ribasso questo mercoledì, a seguito di una sessione incerta in Asia, dopo che Kim Jong Un ha sospeso le sue azioni militari contro la Corea del Sud. L’entusiasmo e la propensione al rischio visti finora questa settimana sembrano essere stati smorzati in vari paesi. Tuttavia, dati macro rassicuranti provenienti sia dall’Europa che dagli Stati Uniti indicano che le misure di stimolo dei mercati stanno funzionando bene e stanno fornendo una certa protezione contro nuovi rischi al ribasso che potrebbero pervenire da una seconda ondata di COVID-19. Detto questo, esiste ancora la possibilità che gli investitori riducano la loro esposizione ai settori più colpiti dal virus, come Travel & Leisure e Oil & Gas in una prospettiva da breve a medio termine se nuovi casi continuano ad aumentare.
Il FTSE-MIB di Milano è l’unico benchmark europeo scambiato in rialzo al momento. Il mercato milanese continua in una fase di consolidamento orizzontale tra 19.580 punti e 19.800 punti, senza alcun allarme ribassista in vista. È necessario un superamento della zona a 19.800 punti per far spazio ad un rally che potrebbe estendersi verso 20.000 punti, che è un livello psicologico e tecnico importante.
Pierre Veyret – Analista Tecnico, ActivTrades