Analisi di Mercato

Analisi di mercato ActivTrades – 21/04/2020

VALUTE

Il crollo del prezzo del greggio ha creato quella che finora è la più vivida illustrazione del caos che si e’ impossessato dei mercati finanziari per via dell’impatto economico del coronavirus. Il dollaro USA è emerso come uno dei vincitori in questa situazione senza precedenti, diventando uno dei beni preferiti dagli investitori quando subentrano turbolenze e incertezze. Il dollar index è salito di oltre lo 0,3% durante la prima parte della sessione di martedì, guadagnando terreno rispetto ad altre valute, in un mercato in cui primeggiano i beni rifugio, poiché l’umore è diventato cupo in seguito al collasso del greggio. Nel contesto attuale non ci sorprenderebbero ulteriori rialzi del dollaro.
Ricardo Evangelista –Analista Senior, ActivTrades

PETROLIO

Il prezzo del petrolio e’ collassato sino a toccare un minimo storico per via di un crollo della domanda che ha creato un enorme contango. Il greggio e’ precipitato rapidamente sino a livelli mai visti in questo millennio. Per la prima volta in assoluto, abbiamo visto il prezzo del WTI (scadenza di maggio) in territorio negativo. Due cigni neri, ovvero la tragica diffusione del coronavirus e il mancato accordo tra membri OPEC +, sono stati i fattori scatenanti di questo drammatico crollo. Anche se l’alleanza dei produttori alla fine ha raggiunto un accordo all’inizio di questo mese per un taglio di 9,7 milioni di barili al giorno di produzione, il prezzo del petrolio non ha cessato il suo devastante crollo. Il taglio non e’ stato abbastanza ampio da compensare ad un crollo della domanda che gli analisti stimano essere di quasi 30 milioni di barili al giorno, ovvero tre volte il taglio raggiunto dall’OPEC +. Sebbene il Brent sia sceso sensibilmente, il crollo è stato ancora più drammatico per WTI, il benchmark petrolifero degli Stati Uniti, con il contratto di maggio che è sceso sotto zero il 20 aprile e ha raggiunto un incredibile -$40,32. I traders stavano semplicemente pagando per NON ricevere la consegna fisica del greggio. Tuttavia, dopo la scadenza del contratto di Maggio, WTI a ripreso un po’ di terreno. Su CME, il contratto WTI di giugno è già scambiato a $ 21,22, mentre luglio è appena inferiore a $ 27. Se guardiamo oltre settembre, il prezzo è più alto, superando comunque la soglia psicologica di $ 30. Se andare avanti fino a marzo 2021, il prezzo per la consegna di petrolio è vicino a $ 35. Questo ripido contango è dovuto all’enorme eccesso di offerta che sta soffocando la domanda ed i prezzi. Parte di questo eccesso di produzione dovrebbe iniziare ad essere assorbito nel medio e lungo termine, una volta che il lockdown globale, che ha effettivamente disattivato la richiesta, si attenua. Un altro fattore da aggiungere al mix sono i costi per lo stoccaggio estremamenti elevati in questo scenario, per via del fatto che con la maggior parte degli spazi disponibili per lo stoccaggio di greggio sono già pieni. Pertanto, qualsiasi investitore che voglia prendere una posizione sul petrolio, sia su futures, che CFD o EFT, dovrebbe prendere in considerazione tutti questi fattori e comprendere appieno le implicazioni del contango sui prezzi prima di muoversi in questi tempi drammatici.
Carlo Alberto De Casa – Capo Analista, ActivTrades

BORSE EUROPEE

Le borse europee hanno aperto in ribasso questo martedi, poichè il crollo storico del prezzo del greggio ha causato un forte declino del settore energetico. Pochi nel mercato avrebbero potuto immaginare un crollo epocale del prezzo dell’oro nero e questo ha avuto un forte impatto su società come Total SA ed Eni, in Europa. Un ulteriore fattore che pesa dull’umore di mercato, anche se con meno forza, e’ l’incertezza sul leader nordcoreano Kim Jong Un, che sembra essere in gravi condizioni a seguito di un recente intervento chirurgico. L’agenzia di stampa KCNA non ha ancora commentato sulle condizioni del leader nordcoreano, ma gli investitori si stanno già preparando per lo scenario peggiore e stanno cercando di valutare l’impatto di una possibile successione. Un po di ottimismo in questo scenario incerto e tempestoso e’ stato iniettato dal numero inferiore di contagi da coronavirus in molte delle aree più colpite.
Nel resto della giornata, gli operatori faranno attenzione agli utili societari che dovrebbero essere pubblicati da colossi quali Procter & Gamble, Texas Instrument, Netflix e Lockheed Martin. L’indice Stoxx-50 e’ in ribasso, appena sopra la banda inferiore del suo modello a cuneo rialzista, che di solito indica una continuazione del trend sottostante, che rimane per ora ribassista. Anche se i prezzi continuano a oscillare all’interno del modello grafico, l’indicatore RSI ha mostrato una rottura della sua linea di tendenza rialzista e attualmente sta sfidando la sua linea neutra al 50%. Una rottura del mercato al di sotto di 2.800,0 punti potrebbe rapidamente portare il mercato molto più in basso verso 2.300,0 punti.
Pierre Veyret – Analista Tecnico, ActivTrades