Analisi di Mercato

Analisi di mercato ActivTrades – 15/09/2021

VALUTE

Il dollaro apre in ribasso nella seduta di mercoledì, con gli investitori che digeriscono i deludenti dati sull’inflazione statunitense di ieri. L’attenuazione del rialzo dei prezzi al consumo, cresciuti solo dello 0,1% ad agosto rispetto a luglio, allenta alcune pressioni sulla Federal Reserve di annunciare l’inizio del tapering. Molti osservatori si aspettavano che la Fed dichiarasse l’intenzione di avviare la riduzione degli stimoli monetari alla fine di questo mese, ma i dati deludenti sull’occupazione e l’inflazione più debole del previsto, insieme alle preoccupazioni sulla diffusione della variante Delta, potrebbero ritardare ulteriormente qualsiasi inasprimento delle politiche. È probabile che tale scenario possa continuare a pesare sul dollaro, con ulteriori perdite nel periodo che precede la fine dell’anno.
Ricardo Evangelista – Analista Senior, ActivTrade

PETROLIO

I prezzi del WTI sono in rialzo a seguito del rilascio dei dati statunitensi sull’inflazione che hanno pesato sulle borse d’oltreoceano nella giornata di martedi. Nel frattempo, l’impatto dell’uragano Ida continua a farsi sentire, mantenendo la produzione nel Golfo del Messico al di sotto dei livelli normali, una dinamica che sostiene anche il prezzo del greggio e potrebbe creare margini per ulteriori guadagni man mano che la domanda aumenta.
Ricardo Evangelista – Analista Senior, ActivTrade

AZIONI EUROPEE

Le azioni europee hanno aperto miste ma stabili mercoledì, dopo il calo notturno delle borse asiatiche a causa dei dati scarsi della Cina. La continua repressione normativa di Pechino, insieme alle deludenti vendite al dettaglio e produzione industriale della regione, hanno contribuito in modo significativo ad estendere le perdite di ieri sulle azioni, inizialmente innescate dall’inflazione statunitense ancora relativamente alta. Anche se alcuni investitori potrebbero ancora vedere la prospettiva di un ritardo del tapering da parte delle banche centrali come un buon segno a breve termine, molti sono preoccupati per l’impatto a medio e lungo termine. Gli operatori di mercato, infatti, temono che il crescente indebitamento economico, unito alle preoccupazioni sull’impatto della persistente ondata di COVID sulla domanda di beni in alcuni settori, possa seriamente minacciare il trend rialzista dei titoli nel lungo periodo. È probabile che i mercati rimangono volatili oggi prima dei dati sui prezzi al consumo nel Regno Unito e Canada, mentre i traders di titoli energetici terranno d’occhio i dati sulle scorte di greggio negli Stati Uniti.
Pierre Veyret – Analista tecnico, ActivTrades

 

 

 

Le informazioni qui fornite non costituiscono una ricerca di investimento. I materiali non sono stati preparati in conformità ai requisiti legali volti a promuovere l’indipendenza della ricerca di investimento e in quanto tali devono essere considerati come una comunicazione pubblicitaria. Tutte le informazioni sono state preparate da ActivTrades (altresì “AT”). Le informazioni non contengono una raccolta dei prezzi di AT, né possono essere intese come offerta, consulenza, raccomandazione o sollecitazione ad effettuare transazioni su alcuno strumento finanziario. Non viene fornita alcuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o alla completezza di tali informazioni. Qualsiasi materiale fornito non tiene conto dell’obiettivo di investimento specifico e della situazione finanziaria di chiunque possa riceverlo. I risultati passati non sono un indicatore affidabile dei risultati futuri. AT fornisce un servizio di sola esecuzione. Di conseguenza, chiunque agisca in base alle informazioni fornite lo fa a proprio rischio.