Analisi di Mercato

Analisi di mercato Saverio Berlinzani – 15/04/2020

Il risk off non è ancora finito

Ancora una seduta, quella di ieri, caratterizzata da movimenti in risk on dei mercati azionari, a cui ha fatto seguito un andamento analogo del mercato valutario, che vede il dollaro scendere e non riuscire per ora a riprendere quota. Contro Euro ci siamo avvicinati a quota 1.1000 anche se con fatica e in un movimento che a noi è parso poco convinto, in termini di accelerazione e price action. Ma comunque, il risultato è stato quello di una divisa che è riuscita a rompere le resistenze chiave di breve termine e si è messa sopra le medie 100 e 200 sul 4 ore, con i supporti che ora, potrebbero rappresentare la vera chiave per una successiva ripartenza, e che sono posizionati in area 1.0955-60 e successivamente 1.0935-45 area. Anche il Cable ha continuato a macinare guadagni arrivando fino ai livelli cruciali, nei quali si prefigurano possibili inversione o comunque correzione, e questi punti sono posizionati in area 1.2610.20 ma anche tutta l’area da 1.2690 a 1.2710. Se non riuscirà a superarli potremmo assistere ad un ritorno in area 1.2370-90 in una correzione che sembrerebbe dovuta, anche perchè, non dimentichiamolo, la salita è stata veemente, e dal minimo del 19 marzo a 1.1408 al massimo di ieri a 1.2644, ci sono ben 1240 pip che in termini percentuali rappresentato il 10% in 19 sedute. Se quindi non siamo lontani da una possibile correzione, dovremmo attenderci un movimento analogo sulle oceaniche che hanno testato i livelli chiave a 0.6440 e 0.6130 rispettivamente per AudUsd e NzdUsd e ora possono correggere anche un 2 3 per cento prima eventualmente di riprendere la salita. Lo stesso UsdCad dopo i minimi visti sotto 1.3900, potrebbe tornare in area 1.4020-25 dove passa la trendline discendente che congiunge i massimi. La conferma potremmo averla dal dollar index che dopo il test dell’area 98.70, sembra voler provare a risalire la china con obiettivi in area 99.50 che potrebbero rappresentare il primo vero test del biglietto verde al rialzo.

Anche i cross EurAud, EurCad ed EurNzd sembrano voler ripartire dopo i test dei minimi visti ieri e ciò potrebbe confermare il ritorno del risk off, che per ora intravediamo dai cambi, ma non dagli azionari. Sulle commodities, il ritorno del petrolio sotto i 20 dollari la dice lunga sul fatto che l’accordo tra i produttori, seppur rappresenti il maggior taglio di barili della storia, dimostra ancora di essere forse insufficiente rispetto alla perdita della domanda globale, che sembrerebbe essere quasi 3.5 volte più importante del taglio dei 10 milioni di barili al giorno. Il Gold dal canto suo, ha continuato a salire con i mercati azionari che non scendono, a dimostrazione che la storica correlazione oro su e borse giù, sembra essere del tutto sparita. Si va avanti alla giornata, cercando di trovare i livelli di breve dove entrare e provare a cavalcare qualche piccolo trend che potrebbe emergere, ma niente di più per il momento, almeno fino a quando non avremo maggiori certezze sotto il profilo sanitario legato alla pandemia in corso. Ma ricordiamocelo, il risk off non è finito e potrebbe tornare prepotentemente da un momento all’altro. Si tratta di capire quale sarà la scusa perchè il tutto ricominci.

 

Buona giornata e buon trading.

 

Saverio Berlinzani