Analisi di Mercato

Analisi di mercato ActivTrades – 14/12/2020

VALUTE

La sterlina sta guadagnando terreno rispetto al dollaro questo lunedì. Il Regno Unito e l’UE hanno deciso di prorogare il termine dei negoziati sull’accordo commerciale, non essendo riusciti a raggiungere un accordo entro il termine precedentemente autoimposto. Il valore attuale della sterlina nel mercato spot del forex riflette una convinzione generale da parte degli investitori che un accordo sarà raggiunto prima della fine dell’anno, considerando il recente atteggiamento di entrambe le parti come parte di una tattica di negoziazione.
Ricardo Evangelista – Analista Senior, ActivTrades

PETROLIO

Le borse hanno iniziato la settimana in verde grazie alle nuove speranze di un accordo sulla Brexit e il petrolio sta approfittando di questa situazione. Inoltre, la domanda asiatica di petrolio si è ripresa abbastanza rapidamente e ci sono aspettative che questa tendenza continui negli Stati Uniti e in Europa nei prossimi mesi. In questo scenario, il Brent sta cercando di consolidarsi sopra i 50 $, confermando il movimento rialzista delle ultime settimane. Tecnicamente, un breakout sopra i 51 $ farebbe spazio ad un ulteriore rally, mentre l’obiettivo a medio termine è quello di quota 54 $, un livello che non si vedeva dallo scorso febbraio.
Carlo Alberto De Casa – Capo Analista, ActivTrades

BORSE EUROPEE

Le borse sono in rialzo questo lunedì, in linea con il trend storico della terza settimana di dicembre che è in genere rialzista. Gli investitori hanno accolto con favore le notizie macro e maggior parte dei mercati è sulla buona strada per registrare nuovi massimi prima della fine dell’anno. Notizie positive sui vaccini anti-Covid stanno compensando a qualsiasi negatività su nuovi lockdown in paesi come la Germania. La propensione al rischio è supportata anche da colloqui positivi sia sul pacchetto di aiuti da 908 $ miliardi negli Stati Uniti, sia dall’estensione alle discussioni sulla Brexit in Europa, che confermano la volontà dei leader del Regno Unito e dell’UE di evitare la situazione “no-deal”. Gli investitori monitoreranno con cautela i dati di domani dalla Cina (produzione industriale e vendite al dettaglio), che dovrebbero fornire ulteriori indizi sullo stato dell’economia mondiale. Inoltre, gli investitori si stanno preparando a una settimana intensa anche dal lato monetario, poiché le banche centrali di Messico, Svizzera, Giappone, Russia e Fed negli Stati Uniti sono tutte pronte ad annunciare aggiornamenti sulle loro politiche monetarie.
L’indice FTSE-100 di Londra è uno dei pochi benchmark in leggero ribasso, per via del rafforzamento dalla sterlina. L’indice rimane ben sopra i 6.530 punti e l’obiettivo di 6.775 punti ancora in vista.
Pierre Veyret – Analista Tecnico, ActivTrades