Analisi di Mercato

Analisi di mercato ActivTrades – 14/10/2020

VALUTE

Una serie di battute d’arresto nella lotta contro il COVID stanno ostacolando la propensione al rischio e stanno risultando in un rialzo del dollaro contro le altre principali valute per il secondo giorno consecutivo. Come osservato dall’inizio della pandemia, la domanda di attività denominate in dollari aumenta ogni volta che la paura allontana gli investitori da classi d’investimento più rischiose. Tuttavia, il rialzo del biglietto verde é in una certa misura attenuato e controbilanciato dall’ottimismo sul rilascio di un pacchetto di stimoli economici negli Stati Uniti e dalle previsioni sull’esito delle elezioni presidenziali americane, ora che i sondaggi indicano una probabilità crescente di una vittoria di Joe Biden con un chiaro margine, che eviterebbe lo scenario tanto temuto di un risultato contestato.
Ricardo Evangelista – Analista Senior, ActivTrades

ORO

La ripresa del biglietto verde ha frenato il rimbalzo dell’oro. In effetti, il declino dell’oro è stato ancora più ripido della ripresa del dollaro e ha evidenziato le difficoltà del lingotto persino nel mantenere il livello chiave di 1.920$. Quest’area, raggiunta per la prima volta nel 2011, è stata per quasi un decennio il massimo storico per l’oro ed è ora la prima vera resistenza per il lingotto. Inoltre, a 1.880$ – 1.885$ gli acquirenti hanno iniziato a reagire e hanno riportato il prezzo spot fino a 1.890$ – 1.900$. Questo è importante poiché il lingotto, almeno per il momento, non è sceso a 1.850$ – 1.860$, che è un importante supporto da monitorare. In altre parole, siamo ancora in un’ampia fase laterale, nell’intervallo di trading compreso tra 1.850$ e 2.070$. L’oro dovrà sfondare quota 1.920$ per sfidare ancora una volta la soglia psicologica di 2.000$.
Carlo Alberto De Casa – Capo Analista, ActivTrades

BORSE EUROPEE

Mercoledì i mercati europei hanno avuto un’apertura mista, dopo che la maggior parte degli indici ha raggiunto livelli di supporto importanti dopo i movimenti al ribasso di ieri. Il sentiment del mercato rimane esitante poiché la maggior parte degli investitori attende ulteriori catalizzatori prima di prendere nuove posizioni. Sorprendentemente, l’indice FTSE-100 è uno dei più forti quest’oggi: l’indice è in rialzo e c’è un’evoluzione della configurazione tecnica incoraggiante. I negoziati difficili tra Boris Johnson e funzionari dell’UE sull’accordo sulla Brexit, e più specificamente sui diritti di pesca, hanno avuto un impatto negativo sulla sterlina. Tuttavia, questo ha anche reso le grandi società dell’indice FTSE-100 più competitive sui mercati internazionali e ha contribuito a sostenere l’appetito degli investitori.
Pierre Veyret – Analista Tecnico, ActivTrades