Analisi di Mercato

Analisi di mercato ActivTrades – 12/05/2020

VALUTE

Dopo un lunedì di guadagni contro le altre principali valute, il dollaro USA sta prendendo una pausa e si è stabilizzato durante le prime battute di martedì. Tuttavia, rimane la possibilita’ di ulteriori guadagni per il dollaro, perché la FED sta segnalando di non essere disposta a portare i tassi di interesse in territorio negativo. Allo stesso tempo, le notizie di una crescita del numero di nuovi casi COVID-19 in paesi come Cina e Germania, che hanno alleggerito le restrizioni, stanno causando preoccupazione tra gli investitori e potrebbe dare un’ulteriore spinta al dollaro, a cui molti si appoggiano come bene rifugio.
Ricardo Evangelista –Analista Senior, ActivTrades

 

ORO

Il prezzo spot dell’oro si sta consolidando appena sopra la soglia di $ 1.700 in uno scenario in cui gli investitori rimangono rialzisti sul lingotto, ma sembra che siano necessari ulteriori input per generare un altro rally. Dobbiamo notare che l’umore di rischio ha dominato sui mercati azionari nelle ultime settimane, con un’enorme ripresa dopo il brusco calo di marzo. Ciò significa che molti investitori hanno riportato parte della liquidità in borsa, sperando in guadagni più rapidi. Se l’umore cambiasse, l’oro potrebbe beneficiarne di nuovo ed il suo prezzo potrebbe superare le vette recenti.
Carlo Alberto De Casa – Capo Analista, ActivTrades

PETROLIO

Gli investitori stanno scommettendo su una ripresa a V delle economie e uno scenario quasi simile sul petrolio. Inoltre, sono relativamente fiduciosi che non ci sarà più un altro esaurimento dai serbatoi di petrolio a Cushing quando le prossime scadenze stanno per terminare. Tutto ciò sembra un po’ troppo ottimistico, ma quello che abbiamo visto è che in sole tre settimane la scadenza di WTI June ha raggiunto un + 200%, moltiplicando per 3 volte i suoi prezzi dal minimo di $ 7 raggiunto il 20-21 aprile, quando Il contratto di maggio ha terminato la sua vita in negativo. Il prezzo del contratto attuale rimane al di sopra di $ 24, mostrando meno volatilità, in un mercato che sta cercando di consolidarsi dopo i movimenti brutali delle ultime settimane.
Carlo Alberto De Casa – Capo Analista, ActivTrades

BORSE EUROPEE

Le borse europee hanno avuto un apertura incerta questo Martedi poiché le crescenti preoccupazioni e l’incertezza a livello globale stanno mettendo i titoli azionari sotto pressione. Gli investitori che hanno iniziato a prendere profitto dopo il rally del 23 marzo potrebbero essere tentati di continuare a farlo dopo che sono stati registrati nuove infezioni da coronavirus in Corea del Sud e Wuhan, che hanno aumentato i timori di una nuova ondata. Siamo ora in una fase cruciale in cui gli investitori, dopo i recenti dati economici e utili societari incerti, hanno disperatamente bisogno di maggiore chiarezza sulle prospettive a breve e medio termine. Anche se la maggior parte degli operatori di mercato ritiene che il picco del virus sia ormai alle spalle, hanno ancora bisogno di ulteriori prove del fatto che le economie sono tornate in carreggiata e che l’agente patogeno è saldamente contenuto prima di aumentare la propria esposizione ai beni di rischio. Inoltre, l’umore del mercato e’ stato scosso dall’aumento delle tensioni tra Stati Uniti e Cina, soprattutto dopo che il presidente Trump ha rifiutato una richiesta da parte di funzionari cinesi di rinegoziare l’accordo commerciale di Fase Uno. I trader ora hanno a che fare con due diverse leve ribassiste sugli stock: la crisi legata alla pandemia e una ripresa delle tensioni commerciali tra Washington e Pechino, che sta creando condizioni di trading molto difficili prima della stagione estiva.
L’indice DAX-30 sta registrando una delle performance peggiori della zona euro quest’oggi. Tecnicamente, il mercato non è riuscito a superare la zona di 10.980-11.120 punti precedentemente menzionata ed è tornato al suo doppio supporto (trendline + media mobile a 55 giorni). Anche se un ritorno a 11.000 punti rimane possibile, una ripartizione al di sotto del livello di supporto a 10.770 punti è ora lo scenario più probabile a breve termine. Se tale supporto fallisce, i successivi sono a circa 10.545 punti e 10.200 punti.
Pierre Veyret – Analista Tecnico, ActivTrades