Analisi di Mercato

Analisi di mercato ActivTrades – 09/04/2020

VALUTE

La positività continua ad essere il sentimento prevalente nei mercati finanziari, con l’indice azionario SP500 di nuovo in rialzo. Nello spazio valutario tuttavia sembra esserci poca attività. Questa mancanza di dinamiche nel cambio delle valute estere deriva dal fatto che gli investitori sono in attesa di importanti eventi più tardi quest’oggi. Il principale tra questi è la pubblicazione dei dati settimanali sulla disoccupazione americana. Le ultime 2 settimane hanno rivelato un numero record di nuove richieste di sussidi, quindi questo giovedì gli investitori sembrano essere piu’ prudenti ed il che spiega la relativa stabilità nella correlazione tra il dollaro e le altre valute. Il dollar index, che misura la performance della valuta statunitense, e’ stato infatti quasi piatto tutto il giorno. Dovremo aspettarci più attività e fluttuazioni dopo la pubblicazione di questi dati sulla disoccupazione.
Ricardo Evangelista –Analista Senior, ActivTrades

ORO

Il prezzo spot dell’oro è rimbalzato sul livello di supporto di $ 1.640, confermando la recente spinta positiva. Il lingotto è salito a $ 1.660 e siamo solo a 1 punto percentuale dal picco di un mese raggiunto all’inizio di questa settimana. Nonostante il ritorno del sentimento di rischio degli ultimi giorni sui mercati azionari, gli investitori sono ancora fiduciosi che l’oro possa brillare ulteriormente. Questo e’ particolarmente vero in uno scenario in cui le banche centrali saranno costrette ad aggiungere nel sistema monetario un’enorme quantità di liquidità, mantenendo i tassi vicini allo zero a lungo, ma sempre cercando di tenere sotto controllo l’inflazione. Inoltre, l’oro è anche visto come un’assicurazione nel caso in cui si verifichi un ulteriore crollo sui mercati azionari a causa del coronavirus.
Carlo Alberto De Casa – Capo Analista, ActivTrades

PETROLIO

Dopo il rally del prezzo del petrolio di ieri, gli investitori sono sicuramente in una modalità di attesa, mentre si avvicinano i principali incontri virtuali OPEC +. Sarà fondamentale raggiungere un accordo rapido per mitigare lo scenario di sovrapproduzione, che è diventato una certezza dopo il fallimento del precedente accordo OPEC. Tecnicamente, il prezzo del WTI si sta muovendo lateralmente dopo l’enorme picco di volatilità visto venerdì scorso e all’inizio di questa settimana. Un primo segnale positivo arriverà con un sorpasso di $ 27, anche se lo scenario tecnico è secondario oggi poiché le notizie dal meeting OPEC + dovrebbero essere il vero motore del mercato.
Carlo Alberto De Casa – Capo Analista, ActivTrades

BORSE EUROPEE

Le azioni sono in rialzo in Europa questo giovedì nonostante un’apertura timida dei mercati in seguito a modesti aumenti durante la notte per la maggior parte dei titoli asiatici. L’appetito per le attività più rischiose sembra essere tornato, in quella che dovrebbe essere una giornata intensa prima del fine settimana di Pasqua. Anche se permane l’incertezza sui tempi di riapertura dei vari paesi in lockdown e su quanto sarà difficile per loro recuperare, gli investitori sembrano disposti a prolungare il rally di questa settimana. È probabile che anche la volatilità aumenti per via di una serie di importanti dati che saranno rilasciati piu’ tardi sia dall’Europa che dagli Stati Uniti.
L’indice Stoxx-50 si sta avvicinando a forti livelli di resistenza tecnica e il fatto che l’attuale tendenza rialzista a breve termine stia rallentando mentre il mercato si avvicina a questi livelli è motivo di preoccupazione. Sebbene i mercati possano ancora inizialmente salire più in alto, la tentazione per gli investitori sarà quella di prendere profitto e ridurre la loro esposizione ai mercati percepiti come piu’ rischiosi, a condizione che non ci siano miglioramenti significativi nella lotta contro la pandemia.
Attualmente, il mercato europeo è sostenuto da società come BNP Paribas, ING, Adidas e Daimler, che stanno guadagnando terreno. Il DAX-30 di Francoforte è l’indice piu’ forte della zona euro al momento, a quasi 10.600 punti. Tecnicamente, la borsa tedesca ha fatto spazio ad un rally esteso sino al divario tra 11.000 punti e 11.540 punti dopo che i prezzi hanno superato la loro ultima ‘speedline’. Tuttavia, l’indicatore MACD mostra anche un rallentamento dell’andamento con una divergenza ribassista e questo dovrebbe essere preso sul serio poiché il DAX, come lo Stoxx-50, si sta avvicinando anche a forti livelli tecnici.
Pierre Veyret – Analista Tecnico, ActivTrades