Analisi di Mercato

Analisi di mercato ActivTrades – 08/08/2022

PETROLIO

I prezzi del Brent sono in aumento durante le prime contrattazioni di lunedì. Dopo le perdite della scorsa settimana, quando il prezzo del barile a un certo punto è sceso di oltre il 10%, il petrolio sembra essere tornato in prima linea. Le preoccupazioni sulla domanda sembrano svanire, a seguito della pubblicazione di dati sull’occupazione negli Stati Uniti migliori del previsto e di un sorprendente livello di crescita delle esportazioni cinesi. Di fronte all’ultima serie di dati, gli investitori hanno deciso che i timori di un calo dei consumi guidato da un rallentamento economico globale erano esagerati, consentendo ai prezzi di riprendersi dai minimi della scorsa settimana. Tuttavia, le prospettive per l’economia globale rimangono deboli, con molti che si aspettano un pronunciato rallentamento dell’attività mentre ci avviciniamo alla fine dell’anno, quindi rimane un punto interrogativo sulla sostenibilità di un aumento dei prezzi del petrolio.
Ricardo Evangelista – Analista Senior, ActivTrades

AZIONI EUROPEE

Le azioni europee sono salite all’inizio della sessione di lunedì, insieme ai futures statunitensi, mentre le azioni asiatiche hanno chiuso con toni contrastanti. I titoli tecnologici ed energetici sono stati tra i migliori risultati dopo la campanella di apertura poiché gli investitori, spinti da buone trimestrali, e dalla prospettive di colloqui positivi sul nucleare con l’Iran in arrivo oggi, hanno continuato a spingere i prezzi al rialzo. Tuttavia, questo ottimismo sembra svanire leggermente poiché le tendenze rialziste sulla maggior parte degli indici hanno mostrato segni di rallentamento mentre ci avviciniamo ai livelli di resistenza chiave. Questo rallentamento può essere spiegato anche sul fronte macro, poiché è probabile che gli investitori prezzino condizioni monetarie più restrittive causate da un tasso di rifinanziamento molto più elevato dopo il solido rapporto NFP statunitense di venerdì scorso. Mentre un aumento del tasso di 75 pb è ora pienamente sul tavolo delle aspettative per la prossima riunione del FOMC di settembre, gli investitori terranno d’occhio entrambi i dati sull’inflazione statunitense di questa settimana e valuteranno se c’è ancora un picco nella pressione sui prezzi. Altrove, le tensioni Usa-Cina su Taiwan sono tutt’altro che terminate poiché le esercitazioni militari cinesi continueranno sull’isola, il che aggiungerà sicuramente incertezza sugli asset più rischiosi nella regione. Gli indici CAC-40 e DAX-40 stanno portando le migliori prestazioni dell’UE finora, nonostante abbiano registrato divergenze ribassiste nel breve termine.

Pierre Veyret – Analista tecnico, ActivTrades

 

 

 

 

Le informazioni qui fornite non costituiscono una ricerca di investimento. I materiali non sono stati preparati in conformità ai requisiti legali volti a promuovere l’indipendenza della ricerca di investimento e in quanto tali devono essere considerati come una comunicazione pubblicitaria. Tutte le informazioni sono state preparate da ActivTrades (altresì “AT”). Le informazioni non contengono una raccolta dei prezzi di AT, né possono essere intese come offerta, consulenza, raccomandazione o sollecitazione ad effettuare transazioni su alcuno strumento finanziario. Non viene fornita alcuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o alla completezza di tali informazioni. Qualsiasi materiale fornito non tiene conto dell’obiettivo di investimento specifico e della situazione finanziaria di chiunque possa riceverlo. I risultati passati non sono un indicatore affidabile dei risultati futuri. AT fornisce un servizio di sola esecuzione. Di conseguenza, chiunque agisca in base alle informazioni fornite lo fa a proprio rischio.