Analisi di Mercato

Analisi di mercato ActivTrades – 08/05/2020

VALUTE

Il dollaro USA è stato una delle valute di riferimento durante i giorni più bui della crisi del coronavirus, assumendo un ruolo di bene rifugio nei momenti di maggiore preoccupazione per le prospettive sulla crescita dell’economia globale. Ma dopo essere sceso di quasi lo 0,4% ieri, l’indice che misura la performance della valuta americana contro le altre principali valute sta nuovamente calando questo venerdì. Gli investitori stanno abbandonando il dollaro perchè c’e’ più appetito per le attività più rischiose, a causa della graduale riapertura di varie economie in tutto il mondo.
Ricardo Evangelista –Analista Senior, ActivTrades

 

ORO

Qualsiasi correzione del prezzo del lingotto è ancora vista dagli investitori come un’occasione per acquistare più oro. L’incertezza continua a dominare sul mercato e, nonostante il rally del mercato azionario degli ultimi giorni, gli investitori continuano ad aggiungere oro ai loro portafogli come assicurazione in caso di un ritorno di turbolenza. Tecnicamente, siamo vicini a un’importante area di resistenza posizionata a $ 1.730 / 1.735 e il superamento di questi valori aprirebbe spazio ad ulteriori rialzi.
Carlo Alberto De Casa – Capo Analista, ActivTrades

BORSE EUROPEE

Le borse hanno aperto al rialzo questo venerdi, estendendo i forti guadagni registrati ieri per via di una crescente propensione al rischio. Il sentiment del mercato ha ricevuto un nuovo impulso positivo da una telefonata apparentemente “costruttiva” tra Stati Uniti e Cina e gli investitori sono stati sollevati nel sentire che i due blocchi stanno andando avanti con i negoziati commerciali, specialmente dopo la crescente belligeranza di questa settimana tra Washington e Pechino.
Sebbene il danno causato dalla crisi di Covid-19 non abbia precedenti, anche la risposta di stimolo di nazioni e banche centrali di tutto il mondo è stata tale. Ciò ha spinto gli investitori a iniziare a scommettere su una ripresa, più di recente. Le aspettative che la FED possa persino entrare in un ambito di tassi di interesse negativi hanno rafforzato la propensione al rischio e hanno fatto crollare il dollaro USA. Sebbene molti funzionari statunitensi abbiano affermato di non credere che tassi negativi siano appropriati negli Stati Uniti, il mercato sembra già iniziare a scontare tale ipotesi, in vista dell’atteso rapporto sul mercato del lavoro statunitense di oggi. Questa e’ tuttavia una mossa pericolosa, poiché il mercato potrebbe subire un improvviso calo se gli investitori fossero delusi dalla FED. L’indice DAX-30 è attualmente il più forte dell’area dell’euro. Il mercato tedesco e’ molto al di sopra del suo primo importante supporto a 10.770,0 punti, ma rimane limitato dalla zona di resistenza di 11.120,0 punti / 10.980,0 punti. L’indicatore DMI mostra una pressione rialzista ma con mancanza di direzionalità, il che rende più incerta questo fine settimana di negoziazione.
Pierre Veyret – Analista Tecnico, ActivTrades