Analisi di Mercato

Analisi di mercato ActivTrades – 06/04/2020

VALUTE

Nonostante qualche debolezza contro il dollaro e all’euro durante la sessione asiatica, la sterlina è tornata all’attacco durante i primi scambi in Europa. Questa volatilità è spiegata dall’ammissione in ospedale del primo ministro britannico Boris Johnson e da una timida ripresa globale della propensione al rischio. A meno che le condizioni di Johnson non peggiorino, è improbabile che le notizie sulla salute del primo ministro abbiano un effetto duraturo sul comportamento della sterlina, come dimostra l’improvviso cambio di direzione che abbiamo visto quest’oggi. La sterlina è salita dell’oltre lo 0,5% contro il dollaro sorretta da una ripresa della propensione al rischio, che può essere osservata anche su altri beni percepiti come piu’ rischiosi, come le azioni. Sembra che le misure draconiane per contenere la diffusione del coronavirus stiano iniziando a funzionare, come dimostrato dal fatto che i principali epicentri della malattia in Europa stanno registrando un numero inferiore di nuove infezioni e decessi. Dopo l’oscurità delle ultime settimane si tratta di deboli raggi di speranza, ma comunque buone notizie a cui gli investitori si sono aggrappati rapidamente.

Ricardo Evangelista – Analista Senior, ActivTrades

 

PETROLIO

Perfino il miglior sceneggiatore di Hollywood avrebbe faticato a immaginare gli ultimi giorni sul mercato del petrolio. Lo scenario drammatico della scorsa settimana, quando il prezzo del WTI e’ precipitato sotti i $ 20, è stato seguito da un rimbalzo spettacolare del 50% in sole due sessioni di trading, quando i mercati hanno capito, anche tramite un tweet di Donald Trump, che gli Stati Uniti si sarebbero impegnati al massimo per spingere il prezzo del greggio più in alto.
Ora inizia la parte più difficile. E’ infatti molto più complicato di quanto sembri proporre forti tagli di produzione che vengano rispettati da tutti i maggiori produttori.
Vedendo il movimento dei prezzi delle ultime ore, è chiaro che gli investitori credono ancora che sarà raggiunto un accordo, nonostante lo scenario poco chiaro. Ciò ha aiutato il prezzo a rimbalzare a $ 27,5 ma la situazione rimane fortemente volatile poiché l’accordo non risolverebbe sicuramente tutti i problemi del barile.

Carlo Alberto De Casa – Capo Analista, ActivTrades

BORSE EUROPEE

Le borse europee sono al rialzo dopo che gli investitori hanno accolto con favore le notizie rassicuranti sull’evoluzione della pandemia Covid-19 nel fine settimana. Il fatto che nazioni come l’Italia, la Spagna e gli Stati Uniti, che finora sono state le più colpite dal virus, abbiano riferito di un rallentamento del bilancio delle vittime e di nuovi casi, sta rafforzando la propensione al rischio questa settimana. Oltre alle reazioni dei governi e delle banche centrali alla crisi, molti investitori hanno desiderato disperatamente di vedere alcuni progressi sulla diffusione effettiva del virus prima di prendere nuove posizioni. Tuttavia, è ancora troppo presto per dire che il peggio è alle nostre spalle, poiché i numeri rassicuranti di questo fine settimana dovranno essere confermati nei prossimi giorni. Tutti i principali benchmark europei sono al rialzo quest’oggi, guidati dai settori industriale e finanziario. Le migliori prestazioni sono quelle del DAX-30 tedesco e il CAC-40 di Parigi. Tecnicamente parlando, il benchmark francese ha aperto con un gap rialzista di 150 punti e questo ha spinto il prezzo sopra la linea di tendenza ribassista, invalidando la correzione ribassista a breve termine iniziata alla fine di marzo. Questo segnale rialzista è stato anche confermato dall’indicatore RSI che è tornato al di sopra del livello del 50%. Il mercato ha superato la zona di 4.250 punti-4.285 punti e questo livello svolgerà ora un ruolo di supporto, mentre 4.335 punti presenta una resistenza maggiore prima che si possano raggiungere nuovi picchi verso i 4.470 punti, 4.585 punti e 4.700 punti.

Pierre Veyret – Analista Tecnico, ActivTrades