Analisi di Mercato

Analisi di mercato ActivTrades – 03/06/2020

VALUTE

L’euro continua a guadagnare terreno contro le altre valute durante le negoziazioni di mercoledì. È interessante notare che il dollaro abbia perso oltre il 3% contro la moneta unica nel corso delle ultime 7 sessioni di trading, durante le quali i mercati si sono mossi più fortemente verso beni percepiti come più rischiosi. L’euro, una delle valute più penalizzate durante i giorni più bui della crisi del coronavirus, è ora tra le più supportate, visto che gli investitori sembrano rassicurati dalla graduale riapertura delle economie europee e dalle speranze economiche e politiche offerte dal fondo europeo di recupero.
Ricardo Evangelista –Analista Senior, ActivTrades

ORO

Nonostante l’indebolimento del dollaro USA, i gestori di fondi stanno cercando di ottenere guadagni più rapidi scommettendo sulle azioni anziché su beni rifugio quali l’oro. Questo è il motivo del calo dei prezzi dell’oro visto ieri e oggi nei primi scambi. La tendenza principale appare ancora positiva per il lingotto, ma il metallo prezioso pare, nel breve termine per lo meno, imprigionato in una forchetta laterale tra $ 1.700 e 1.750. Bisognerà aspettare nuovi movimenti del mercato prima di intravedere una nuova, chiara direzionalità.
Carlo Alberto De Casa – Capo Analista, ActivTrades

 

PETROLIO

La propensione al rischio è ancora la storia principale sui mercati azionari poiché gli investitori stanno scommettendo su una rapida ripresa delle economie. Questo scenario, unitamente alle aspettative di un’estensione del taglio di produzione da parte dell’OPEC, sta sollevando i prezzi del petrolio. Inoltre, l’API ha rilasciato ieri dati che riportano una modesta ma sorprendente riduzione di mezzo milione di barili dalle scorte nella settimana conclusasi il 29 maggio. In poche parole, l’intero scenario rimane favorevole al barile per il momento ma ci aspettiamo che la volatilità torni non appena l’economia inizierà a mostrare segnali di debolezza.
Carlo Alberto De Casa – Capo Analista, ActivTrades

BORSE EUROPEE

Le borse hanno aperto al rialzo questo Mercoledì, non solo in Europa ma quasi ovunque nel mondo, poiché la propensione al rischio degli investitori continua a crescere. Il rally scatenato dai trader che per primi hanno scommesso su una rapida ripresa sta ora prendendo ulteriore slancio. Sempre più investitori stanno cercando di non perdere il treno e stanno acquistando titoli ora che si sentono rassicurati dalla crescente stabilità delle imprese e delle economie, che ora affrontano un ambiente meno incerto. Questo ‘effetto di massa’ sta offrendo un forte supporto al rally in corso e la maggior parte dei benchmark è ora scambiato intorno ai massimi di 3 mesi a seguito del rimbalzo a V avvenuto tra marzo e aprile. Tuttavia, oltre all’ottimismo globale, è probabile che il mercato abbia già dato per scontato il nuovo piano di stimolo da € 500 miliardi della BCE che dovrebbe essere annunciato domani, così come le aspettative di un miglioramento di dati sul lavoro negli Stati Uniti di venerdì. Anche se lo scenario tecnico non sembra troppo minaccioso per i prezzi, la maggior parte dei mercati è ora vicino a grandi resistenze ed il che potrebbero portare a correzioni o consolidamenti laterali a breve termine, prima degli annunci di giovedì e venerdì.
L’indice Stoxx-50, ancora scambiato all’interno del suo canale rialzista, sta ora entrando nella forte zona di resistenza di 65 punti tra 3.195.0 punti e 3.260.0 punti. Una rottura al di sopra di questa zona porterebbe spingere i prezzi più in alto verso 3.360,0 punti e 3.465,0 punti per estensione, mentre una scivolata al di sotto della barriera inferiore riporterebbe il mercato al suo supporto precedente, situato intorno ai 3.105,0 punti.
Pierre Veyret – Analista Tecnico, ActivTrades