VALUTE

Il dollaro USA continua a perdere terreno rispetto alle altre principali valute durante le negoziazioni di martedì. Finora i mercati finanziari si sono scrollati di dosso le crescenti tensioni sociali negli Stati Uniti e il persistente logoramento delle relazioni tra Stati Uniti e Cina, continuando a cavalcare un’ondata di ottimismo e di propensione al rischio. Le speranze di una rapida ripresa economica, a seguito dell’attuale pandemia di COVID-19, continuano a condizionare gli investitori che continuano a vedere il bicchiere mezzo pieno. Questo è il motivo per cui il dollaro, la valuta a cui molti si appoggiano nei giorni più bui, si sta ora svalutando contro le altre valute principali.
Ricardo Evangelista –Analista Senior, ActivTrades

 

PETROLIO

L’ottimismo che ha dominato i mercati nelle ultime settimane ha dato ulteriore forza alla ripresa del prezzo del petrolio. La fine progressiva del lockdown nella maggior parte dei paesi è chiaramente vista come un elemento rialzista per il barile.
Inoltre, gli investitori scommettono che il risultato dell’imminente riunione dell’OPEC + sarà un’estensione delle attuali restrizioni, probabilmente per due o tre mesi, anche se apparentemente non è stata ancora presa alcuna decisione in quanto l’Arabia Saudita dovrà forzare la mano alla Russia per concordare questa estensione.
Il prezzo del WTI sta cercando di forzare il livello di resistenza di $ 36. Una chiara rottura farà spazio ad ulteriori recuperi poiché il prezzo potrebbe tentare di colmare il divario registrato il 9 marzo, quando l’OPEC + non è riuscito a raggiungere un accordo e il prezzo è crollato di oltre il 20% in un solo giorno.
Carlo Alberto De Casa – Capo Analista, ActivTrades

 

BORSE EUROPEE

La maggior parte delle borse europee ha registrato un rialzo martedì, nonostante un tono incerto durante la notte sui mercati asiatici poiché gli investitori hanno ancora difficoltà a valutare il potenziale impatto degli scontri negli Stati Uniti. Mentre dati macro rassicuranti e l’ottimismo per via delle riaperture di vari paesi sia in Europa che negli Stati Uniti hanno finora sostenuto la pressione rialzista, gli investitori sembrano sempre più preoccupati per la situazione negli Stati Uniti. Questi scontri sociali e politici potrebbero avere un impatto serio sulla riapertura dell’economia e sulle misure di distanziamento sociale e stanno facendo sorgere timori di una seconda ondata di infezioni da coronavirus che sarebbe disastrosa per le imprese e l’economia nel suo complesso. Molti pensano che il modo in cui il presidente Trump sta gestendo la crisi potrebbe anche mettere a rischio le sue possibilità di rielezione a novembre, rendendo più incerte le prospettive a breve e medio termine.
Pierre Veyret – Analista Tecnico, ActivTrades