Analisi di Mercato

Analisi di mercato ActivTrades – 29/07/2020

VALUTE

Il dollar index ha toccato il livello più basso in oltre 2 anni, a 93.335, durante le negoziazioni di mercoledì mattina. È interessante notare la debolezza della valuta americana sia contro i beni percepiti come più rischiosi che rispetto alle valute rifugio. Il che evidenzia le crescenti preoccupazioni degli investitori su una ripresa dell’economia americana. Alcuni degli stati più colpiti dal coronavirus negli USA hanno pubblicato un numero record di decessi causati da COVID-19. Nel frattempo, l’incertezza politica incombe sul Senato degli Stati Uniti: i parlamentari sono divisi sulla dimensione e sulla struttura di un nuovo pacchetto di aiuti, che potrebbe portare a ritardi nel suo impiego. Tutti gli occhi sono ora puntati sulla Fed, che concluderà l’incontro di luglio più tardi oggi. La maggior parte degli osservatori si aspetta il mantenimento della posizione accomodante che ha caratterizzato la banca centrale americana negli ultimi mesi. In questo scenario ci potrebbe essere un ulteriore rischio al ribasso per il dollaro USA.
Ricardo Evangelista – Analista Senior, ActivTrades

ORO

Nelle ultime 24 ore il prezzo dell’oro ha raggiunto il suo livello più alto di sempre, prima di un drastico calo, seguito da una rapida ripresa. Probabilmente, la cosa più importante è che l’oro ha mostrato una forte reazione dopo il calo di ieri al livello chiave di $ 1.900. Il prezzo sta ora testando la resistenza di quota $ 1.950. Una nuova accelerazione al di sopra di $ 1.960 potrebbe far spazio ad un altro rialzo sino a quota $ 2.000, mentre un calo sotto il minimo di ieri metterebbe l’oro in una situazione pericolosa. La rapida caduta di ieri ha aiutato gli indicatori tecnici a riprendersi dal una situazione di ‘iper-acquistato’ ed il prezzo del lingotto ora sembra essere in una fase di consolidamento dopo il lungo rally.
Carlo Alberto De Casa – Capo Analista, ActivTrades

BORSE EUROPEE

Le borse europee hanno continuato il loro consolidamento mercoledì, a seguito di una sessione di negoziazione senza una chiara direzione in Asia. Anche se lo stimolo fiscale e monetario globale ha fornito agli investitori una sorta di assicurazione contro correzioni profonde del mercato, il difficile contesto macroeconomico rende le previsioni a breve termine molto ardue per gli operatori. L’attuale mancanza di direzionalità è ovviamente correlata ad alcune mosse di presa di profitto, ma questo non è l’unico fattore.
Tra le dichiarazioni della Fed attese più tardi quest’oggi, la seconda ondata di coronavirus, i dati economici e gli utili aziendali, gli operatori hanno molto su cui riflettere questa settimana. Prevediamo che i livelli di volatilità aumentino poiché gli investitori, monitoreranno questi nuovi elementi e cercheranno di raccogliere ulteriori indizi sullo stato dell’economia globale. La migliore performance quest’oggi è quella della borsa di Parigi, dove il CAC-40 è scambiato ben al di sopra di 4.900 punti e si sta avvicinando a 5.000 punti. Ci aspettiamo un aumento della volatilità del benchmark francese oggi con importanti aziende come Unibail-Rodamco-Westfield, Sanofi e Schneider Electric che pubblicano i loro utili più tardi.
Pierre Veyret – Analista Tecnico, ActivTrades