Approfondimenti

GameStop: Un mercato manipolato?

GAMESTOP

Un caso di manipolazione di mercato?

Nessuno può negare il fatto che la recente euforia nei confronti del titolo azionario di GameStop Corp, per lo più guidata dai trader retail statunitensi, abbia portato il prezzo delle azioni della società a raggiungere livelli al di fuori di ogni aspettativa. La compagnia che vende videogiochi ha visto la sua capitalizzazione di mercato salire a 13,5 miliardi di dollari a gennaio, in seguito ad un aumento del 3.300%, raggiugendo livelli inspiegabili da un punto di vista fondamentale. È quindi comprensibile che si parli di un trend esasperato, guidato da una manipolazione di mercato. Detto questo, “WallStreetBets” del famoso forum Reddit non ha mai avuto la vocazione di essere un gruppo organizzato o un esercito di trader disposti a dichiarare guerra ai giganti di Wall Street. All’inizio erano solo investitori al dettaglio, piccoli e grandi, che si limitavano a discutere sui loro investimenti. Con il tempo è cresciuto sia la comunità sia l’interesse verso lo stesso tipo di azioni (GameStop ma anche AMC, BlackBerry, Palantir, Tesla e molti altri titoli sui quali gli investitori istituzionali hanno importanti posizioni short) che li ha resi abbastanza potenti da muovere il mercato e competere con i “grandi” player. In questa situazione il caso di una manipolazione del mercato sarà difficile da dimostrare in quanto hanno sempre agito individualmente, condividendo tra loro informazioni già divulgate pubblicamente.

 

Dovremmo cercare un maggiore controllo sui forum finanziari?

Se dici a un amico o a un collega che ti piace una società e stai per acquistare alcune delle sue azioni, può essere considerato un vero e proprio consiglio finanziario? Finché su questi social non vengono condivise informazioni sensibili o “insider information” e i membri di quel gruppo possono scegliere da soli dove investire i propri soldi, non c’è motivo per nessuna azione legale, divieto o regolamentazione. Ovviamente, i social network come Reddit dovrebbero costantemente controllare l’accuratezza delle informazioni che circolano all’interno di questi gruppi e lottare contro l’uso di informazioni false che potrebbero avere un impatto importante sui prezzi delle azioni dando un vantaggio sleale a un trader o a un gruppo di trader. Le Borse dovrebbero occuparsi dell’aspetto tecnico ponendo, quando necessario, delle limitazioni al fine di mitigare condizioni di mercato insolite come il flash crash, esasperate accelerazioni di mercato e altri tipi di problemi di liquidità.

 

Alcuni potrebbero chiedersi se, in casi come questi, le regole di sospensione messe in atto dagli Exchange siano adeguate ed eque.

Queste limitazioni sulle transazioni sono accettabili quando si verifica un brusco movimento di mercato. Come detto in precedenza, il sistema borsistico deve garantire che acquirenti e venditori possano negoziare tra loro in condizioni normali. L’idea alla base di tali restrizioni degli scambi non è impedire l’accesso a un mercato specifico a singoli investitori, ma proteggere l’interesse generale e migliorare l’integrità dei mercati finanziari. Queste restrizioni, nella maggior parte dei casi, sono applicate in modo provvisorio per riportare stabilità nei prezzi quando i mercati si muovono in modo insolito, cosa che oggigiorno può accadere frequentemente con gli “High-frequency trading” e algo-trader governano i mercati.

 

E i limiti imposti dalle piattaforme dei broker?

Questo è considerato il punto più controverso del caso. Da un lato, questa potrebbe essere una decisione nella “normale” gestione del rischio da parte del broker nel tentativo di prevenire problemi temporanei di liquidità sui contratti o altre questioni legate alla propria struttura di esecuzione degli ordini. Ancora una volta, questa è una pratica comune nel settore e ogni trader esperto lo sa. D’altra parte, questa situazione solleva anche il problema della sede di esecuzione e del flusso degli ordini. Nel caso di GME e AMC, sempre più trader iniziano ora a mettere in discussione la natura del rapporto tra il broker e i suoi partner di esecuzione che possono essere, o sono stati, coinvolti nella vendita allo scoperto delle stesse azioni che gli investitori hanno acquistato in massa. Ciò significa che potrebbe esserci un enorme conflitto di interessi per il broker, bloccato tra le posizioni rialziste dei suoi utenti e l’interesse a breve per lo stesso titolo dei suoi partner, che è tuttavia difficile da provare.

 

 

Le informazioni qui fornite non costituiscono una ricerca di investimento. I materiali non sono stati preparati in conformità ai requisiti legali volti a promuovere l’indipendenza della ricerca di investimento e in quanto tali devono essere considerati come una comunicazione pubblicitaria. Tutte le informazioni sono state preparate da ActivTrades (altresì “AT”). Le informazioni non contengono una raccolta dei prezzi di AT, né possono essere intese come offerta, consulenza, raccomandazione o sollecitazione ad effettuare transazioni su alcuno strumento finanziario. Non viene fornita alcuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o alla completezza di tali informazioni. Qualsiasi materiale fornito non tiene conto dell’obiettivo di investimento specifico e della situazione finanziaria di chiunque possa riceverlo. I risultati passati non sono un indicatore affidabile dei risultati futuri. AT fornisce un servizio di sola esecuzione. Di conseguenza, chiunque agisca in base alle informazioni fornite lo fa a proprio rischio.